Italia Recessione
L'Italia in recessione
Quanto Debito Pubblico Italiano Bankitalia
Economia
15 Febbraio Feb 2019 1054 15 febbraio 2019

Il debito nel 2018 è aumentato a quota 2.316,7 miliardi di euro

Il calo nel mese di dicembre non basta a compensare il picco precedente. Il rosso nei conti delle amministrazioni centrali è cresciuto di 54,7 miliardi, a 2.230,9 miliardi.

  • ...

Il debito pubblico in Italia al 31 dicembre 2018 era pari a 2.316,7 miliardi pari al 131, 2% del Pil , in aumento rispetto ai 2.263,5 miliardi segnati a fine 2017. Il dato emerge dal documento sulla «Finanza pubblica: fabbisogno e debito delle amministrazioni pubbliche» pubblicato il 15 febbraio da Bankitalia. L’aumento del debito nel 2018 è stato pari a 53,2 miliardi di euro e ha riflesso il fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche (40,6 miliardi) e il lieve incremento delle disponibilità liquide del Tesoro (5,8 miliardi, a 35,1). A dicembre, secondo le statistiche mensili di via Nazionale ,il debito è sceso a 2.316,7 miliardi di euro dopo il record del mese di novembre a 2.345,4 miliardi, tuttavia non è bastato a compensare il picco e l'aumento generale. Bankitalia nel suo comunicato ha spiegato che l'effetto complessivo degli «scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione del cambio ha accresciuto il debito per 6,8 miliardi». In generale il debito delle amministrazioni centrali è cresciuto di 54,7 miliardi, a 2.230,9, mentre quello delle amministrazioni locali è diminuito di 1,5 miliardi, a 85,6; il debito degli enti di previdenza è invece rimasto sostanzialmente stabile.

TASSO DI INTERESSE SU DEBITO RADDOPPIATO IN OTTO MESI

Proprio il 14 febbraio il governatore di Bankitalia Ignazio Visco parlando dell'uscita dalla crisi, a Milano, aveva dichiarato: «Il problema in Italia è il debito pubblico, non il debito pubblico nei bilanci delle banche. Bisogna intervenire sul debito pubblico». E aveva argomentato: «In Italia la crescita si abbassa e il tasso di interesse sul debito sale. Adesso è il doppio di quello che era solo otto mesi fa. C’è un problema serio e diventa ancora più acuto quando c’è una incertezza di fondo che spinge chi investe nel debito pubblico a continuare a assicurarsi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso