Spread Btp Bund in calo a 190 punti
Spread e mercati
Borsa Italiana Oggi Quotazioni Tempo Reale Spread 9 Aprile

Borsa italiana e spread del 9 aprile 2019 in tempo reale

Milano chiude a -0,46%. Il differenziale tra Btp e Bund in calo da 243 punti. Male Prysmian, Technogym, Mondadori, Salini e Saipem. In perdita gli altri mercati europei.

  • ...

Giornata negativa per la Borsa di Milano, che ha chiuso la seduta di martedì 9 aprile in perdita dello 0,46% a 21.671 punti, l'Ftse All share in calo dello 0,52% a quota 23.723. L'indice Ftse Mib, dopo aver aperto sotto la parità (-0,06%), aveva risalito la china nel corso della mattinata (+0,5%) per poi limare la crescita nel primo pomeriggio (+0,34%) e crollare nel finale affossato da dati Fmi che vedono una frenata dell'economia mondiale.

A Piazza Affari debole Prysmian che ha ceduto il 4,7% finale per la quarta interruzione in meno di due anni sul WesterLink, il cavo che collega Scozia e Galles. Technogym invece si è allineata al prezzo dell''accelerate book building' del 6,9% del capitale a 10,35 euro in ribasso del 4,4%. Vendite anche su Mondadori (-4,2%), con Salini Impregilo scesa del 4,2% e Astaldi del 3,6% in attesa di novità su piano di salvataggio. In calo del 3,9% Saipem e di due punti Leonardo, in aumento dello 0,4% Eni, in rialzo di un punto percentuale Banco Bpm e dell'1,9% Amplifon. Anche i mercati azionari europei sono andati sotto la parità: Londra ha concluso in ribasso dello 0,35%, Francoforte dello 0,94%, Madrid dello 0,32% e Parigi in calo dello 0,65%. Male anche Wall Street: il Dow Jones ha perso lo 0,72%, il Nasdaq lo 0,56% e lo S&500 a - 0,60%.

LO SPREAD BTP-BUND IN CALO

Lo spread tra il Btp e il Bund tedesco a 10 anni ha chiuso in calo a 243 punti base (era a 247 punti nella chiusura precedente). Il rendimento del titolo decennale italiano è sceso al 2,42%.

LE QUOTAZIONI DI MERCATI E SPREAD IN DIRETTA

22.00 - CHIUSURA DI WALL STREET IN RIBASSO

Chiusura in calo per Wall Street col Dow Jones che perde lo 0,72% a 26.151,60 punti, il Nasdaq lo 0,56% a 7.909,28 punti e l'indice S&500 lo 0,60% a 2.878,25 punti.

17.30 - CHIUSURA BORSA DI MILANO IN RIBASSO

Seduta fiacca per la Borsa di Milano: l'indice Ftse Mib ha chiuso in perdita dello 0,46% a 21.671 punti.

15.41 - PIAZZA AFFARI FRENA DOPO IL FMI

Mercati azionari del Vecchio continente tutti di qualche frazione sotto la parità dopo i dati Fmi che vedono una frenata dell'economia mondiale e l'avvio di Wall street. Francoforte perde lo 0,8%, Parigi e Milano lo 0,5%, Londra lo 0,4%, con Madrid che cede lo 0,3%. Alla vigilia del Consiglio europeo, della riunione della Bce sui tassi di rifinanziamento e deposito, oltre alla pubblicazione delle minute del Fomc, anche il mercato dei titoli di Stato è attraversato da qualche tensione. In Piazza Affari sempre deboli Prysmian e Technogym in calo di oltre 4 punti percentuali, con Mondadori, Salini e Saipem che perdono più del 3%. Leonardo cede il 2,2%, piatta Eni, Tim (-0,6%) si muove sostanzialmente in linea con il listino generale, mentre qualche acquisto si registra su Poste e Amplifon, in aumento di un punto percentuale.

15.39 - APRESTURA WALL STREET IN NETTO CALO

Apertura in netto calo per Wall Street col Dow Jones che cede lo 0,74%, il Nasdaq lo 0,41% e l'indice S&P 500 lo 0,62%.

13.28 - LE BORSE DEL VECCHIO CONTINENTE IN LIEVE RIALZO

Borse europee in terreno lievemente positivo a metà seduta con l'indice d'area Stoxx 600 che guadagna un quarto di punto con gli acquisti che si concentrano sui finanziari e in particolare i bancari. A Parigi che segna un marginale 0,13% con SocGen che sale dell'1,32% dopo aver confermato il taglio di 1.600 posti di lavoro al livello internazionale, di cui circa 750 in Francia. Tra le altre Piazze Londra registra un +0,12% in attesa del vertice di domani a Bruxelles sulla Brexit mentre Francoforte è debole (-0,2%). Milano viaggia più decisa con il Ftse Mib a +0,34% (21.852 punti) e lo spread piatto a 245 punti base. A Piazza Affari vendite su Leonardo (-1,14%) con la l'amministrazione Trump che minaccia nuovi dazi principalmente nel settore aerospaziale e agricolo. Continua a frenare Prysmian (-3,7%) con il cavo WesternLink fuori servizio. Buon passo invece per Amplifon (+1,84%), Cnhn (+1,78%) e Banco Bpm (+1,47%). Technogym cede il 4,16% dopo il collocamento di quasi il 7% del capitale.

11.26 - I LISTINI EUROPEI CAUTI

Le Borse europee si mostrano caute con il Dax che a Francoforte cede lo 0,14%. Londra segna un -0,03% in attesa del vertice di domani sulla Brexit a Bruxelles. Parigi segna un +0,06% con Socgen che registra un marginale +0,23% dopo che ha confermato il taglio di 1.600 posti di lavoro al livello internazionale. Tra le altre Piazze Madrid sale dello 0,21% così come Milano (Ftse Mib +0,5% a 21.879%). Mentre i dati Istat sulle vendite al dettaglio certificano a febbraio un nuovo boom delle commercio elettronico. A Piazza Affari resta sotto pressione Prysmian (-3,65%) con il cavo WesterLink fuori servizio. In negativo anche Leonardo (-1,24%). Calo marginale (-0,09%), invece, per Fca che ha patteggiato e si è impegnata a pagare 110 milioni di dollari per un'azione legale negli Usa. Lo spread tra btp e bund cala a 245 punti base. L'euro scambia a 1,1273 sul dollaro. A livello globale lo sguardo resta sulle trattative tra Usa e Cina sui dazi.

9.58 - LA BORSA DI MILANO IN RECUPERO

Piazza Affari in recupero dopo un'apertura in negativo. Il Ftse Mib sale dello 0,21% a 21.819 punti. Mentre lo spread tra btp e bund è stabile a 248 punti con il rendimento del decennale italiano al 2,47%. A sostenere Piazza Affari in particolare gli acquisti su Stm (+0,73%), Eni (+0,67%), Banco Bpm (+0,62%). Poco mossa Unicredit (+0,03%) nel giorno del Consiglio che prepara l'assemblea di giovedì chiamata ad approvare il bilancio 2018. Di contro frena Prysmian (-2,48%) con i nuovi problemi a WesternLink, il cavo sottomarino tra Scozia e Galles fuori servizio dopo che il sistema di sicurezza è scattato il 6 aprile mentre venivano svolti alcuni test. Vendite, fuori dal paniere principale, anche su Technogym (-4,34% a 10,36 euro) che ha ceduto in accelerate book building quasi il 7% del capitale e si allinea al prezzo di collocamento di 10,30 euro.

9.20 - APERTURA IN CALO PER LE BORSE EUROPEE

Apertura in calo per le Borse europee. Londra cede lo 0,31% con il Ftse 100 a 7.427 punti. Parigi perde lo 0,34% con il Cac 40 a 5.453 punti. Sugli stessi livelli Francoforte che lascia lo 0,3% con il Dax a 11.927.

9.07- APERTURA DEBOLE PER PIAZZA AFFARI

Piazza Affari apre debole. Il Ftse Mib segna un -0,06% a 21.759 punti.

8.25 - TOKYO CHIUDE POCO MOSSA

La Borsa di Tokyo conclude gli scambi poco variata dopo la chiusura mista degli indici azionari statunitensi, con lo yen che arresta la fase di apprezzamento sulle principali valute. Il Nikkei fa segnare una variazione appena positiva dello 0,19% a quota 21.802,59, aggiungendo 40 punti. Sul mercato dei cambi lo yen si mantiene stabile a un livello di 111,30 sul dollaro, e a 125,30 nei confronti dell'euro.

9 Aprile Apr 2019 0603 09 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso