Toninelli Strada Dei Parchi Autostrade Decreto Genova

Quei fondi dirottati dalla Strada dei Parchi a Genova

Il Mit ha anticipato gli 80 mln destinati all'A24 e A25 per accelerare l'avvio dei cantieri in attesa che Autostrade (che ci ha smentito) li sbloccasse. Ecco la conferma del Mef. 

  • ...

I corridoi sono notoriamente dei luoghi di perdizione, dunque a frequentarli e ascoltare quel che vi si dice si fa sicuramente peccato. Ma, andreottianamente, quasi sempre ci si azzecca. Martedì 9 aprile avevamo scritto che 80 dei 192 milioni che nel decreto Genova erano stati inseriti per le autostrade A24 e A25 – da 10 anni in attesa che lo Stato si decida, dopo il terremoto dell’Aquila, a metterle in sicurezza – erano stati dirottati su Genova per i lavori di ricostruzione del Ponte Morandi e che anche per i restanti 112 milioni ancora non c’è la copertura finanziaria, nonostante i reiterati annunci del ministro Danilo Toninelli.

L'ANTICIPO DEL MIT PER ACCELERARE I CANTIERI A GENOVA

Autostrade per l’Italia ci subito scritto sostenendo che «non ha percepito alcun euro dal Mit» e che «al contrario, come disposto dal Dl Genova, ha finanziato interamente le operazioni di demolizione e di ricostruzione, versando al commissario Bucci le risorse richieste, per un totale di 439 milioni». Noi abbiamo scritto, e lo ribadiamo, che il ministero ha anticipato le risorse – appunto 80 milioni – per accelerare l’avvio dei cantieri a Genova, in attesa che Autostrade le rendesse disponibili in quanto c’è in atto una contestazione da parte dello stesso gruppo Atlantia sul valore di 300 milioni previsto dal Dl Genova.

IL MEF PARLA DI UNA COPERTURA DI 112 MLN

Quindi, per non aspettare i comodi dei Benetton, il Mit ha usato le risorse formalmente già destinate alla società Strada dei Parchi (gruppo Toto), concessionaria della Roma-L’Aquila-Teramo. Come, a quanto ci risulta, ha confermato lo stesso capo di gabinetto di Toninelli, Gino Scaccia, facendo riferimento a una prima tranche di 30 milioni. E in mancanza di quei 30 la Corte dei Conti non ha potuto registrare il decreto per la parte che riguarda Strada dei Parchi. Ma in realtà i milioni mancanti sono complessivamente 80, come dimostra la nota ufficiale del Mef che qui pubblichiamo, dove appunto si parla di una copertura per 112 e non per 192.

La nota ufficiale del Mef inviata al ministero dei Trasporti.

La lettera dell’Ufficio generale del Bilancio presso il Mit recita infatti che «non è possibile dar corso all’impegno di spesa di cui in oggetto, in quanto la disponibilità di cassa sul Cap 7701/01 di euro 112 milioni consente un correlato impegno di pari importo a fronte di una spesa derivante dal protocollo d’intesa di euro 192 milioni, che risulterebbe pertanto priva di copertura». Più chiaro e certificato di così…

Quello di cui si occupa la rubrica Corridoi lo dice il nome. Una pillola al giorno: notizie, rumors, indiscrezioni, scontri, retroscena su fatti e personaggi del potere

11 Aprile Apr 2019 0928 11 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso