Spread Btp Bund in calo a 190 punti
Spread e mercati
Borsa Italiana Oggi In Tempo Reale Spread 16 Maggio

La Borsa italiana e il valore dello spread del 16 maggio 2019

Piazza Affari positiva. Il differenziale Btp-Bund a 278 punti. In crescita i titoli bancari, sugli scudi la Lazio. Listini europei e Wall Street in rialzo. 

  • ...

Giornata dall'inizio nervoso ma con un epilogo positivo per la Borsa di Milano quella di giovedì 16 maggio 2019. L'indice Ftse Mib ha chiuso a +1,38% dopo aver avviato le contrattazioni in perdita (-0,12%), essere peggiorata nel corso della mattinata (-0,3%) per girare in rialzo nel primo pomeriggio (+0,41%) e poi crescere ulteriormente a fine seduta trascinata da Wall Street.

A Piazza Affari brillano, tra gli altri, i bancari con Banco Bpm (+4,3%) e Ubi (+4,27%). Sale poi Nexi (+3,86%) con l'esercizio parziale del greenshoe e l'azionista di riferimento Mercury al 61,8%. Fuori dal paniere principale vola TerniEnergia (+22%) che ha ceduto 22 impianti fotovoltaici. Tra gli altri Maire Tecnimont sale del 5,12% sul via libera al progetto Baytown di ExxonMobil. Rimbalza Salini (+2,9%). Bene i titolo della Lazio (+4,82%) dopo la vittoria della Coppa Italia e di Erg (+4,7%) con Kepler che la promuove a buy. Cede Astaldi (-2,37%) così come Moncler (-1,7%) Pirelli (-1,2%) e Mediaset (-0,74%). Chiusura in buon rialzo anche per le Borse europee: Parigi ha guadagnato l'1,37% con il Cac 40 a 5.448 punti, Francoforte l'1,74% con il Dax a 12.310 punti, Madrid l'1,39% con Ibex 35 a 9.304,30 punti, Londra lo 0,78% con il Ftse 100 a 7.353 punti. In crescita Wall Street: Dow Jones +0,84%, il Nasdaq +0,7% S&P 500 +0,89%.

SPREAD BTP BUND IN LIEVE CALO

Lo spread tra Btp e Bund ha chiuso in calo a 278 punti. Il rendimento del titolo italiano a 10 anni è pari al 2,68%. Nella seduta precedente aveva chiuso a 284 punti.

L'ASIA CHIUDE IN ORDINE SPARSO

Le Borse asiatiche hanno chiuso in ordine sparso con gli investitori che attendono maggiori indicazioni sui rapporti tra Usa e Cina sul fronte del commercio globale e sul possibile posticipo dei dazi sul settore auto. Le vendite si concentrano sulla comparto tecnologia dopo la firma dell'ordine esecutivo del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che ha limitato l'importazione di alcuni servizi della società Huawei. In calo Tokyo (-0,59%), mentre sul mercato valutario lo yen si rivaluta sul dollaro a un valore di 109,40. In rialzo i listini cinesi con Shanghai (+0,36%), Shenzhen (+0,25%), Hong Kong (+0,15%). Piatta Mumbai mentre è in rosso Seul (-1,25%).

GLI AGGIORNAMENTI DEI MERCATI IN TEMPO REALE

22.00 - CHIUSURA POSITIVA DI WALL STREET

Chiusura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,84% a 25.862,68 punti, il Nasdaq avanza dello 0,97% a 7.898,05 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,89% 2.876,35 punti.

17.30 - CHIUSURA BORSA DI MILANO IN POSITIVO

Piazza Affari chiude in rialzo. Il Ftse Mib registra un +1,38% a 21.151 punti.

17.05 - WALL STREET ACCELERA

Wall Street accelera. Il Dow Jones sale dell'1,01% a 25.906,06 punti, il Nasdaq avanza dell'1,37% a 7.929,10 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell'1,12% a 2.883,05 punti.

16.42 - IL VECCHIO CONTINENTE ALLUNGA IL PASSO

Le Borse europee confermano il rialzo e allungano il passo con Wall Street in positivo. L'indice d'area Stoxx 600 guadagna mezzo punto con Francoforte (+1,09%) e Milano (Ftse Mib +0,91%) in evidenza mentre lo spread tra btp e bund scende a 276 punti base. Tra le altre Piazze Londra guadagna lo 0,34% Parigi lo 0,61%. I maggiori spunti arrivano da titoli finanziari e industriali mentre gli investitori che attendono maggiori indicazioni sui rapporti tra Usa e Cina sul fronte del commercio globale e sul possibile posticipo dei dazi sul settore auto. A Piazza Affari corre il credito con Banco Bpm in luce (+2,92%), seguita da Ubi (+2,83%). Sotto la lente Ternienergia che vola (+21,8%) con la cessione di 22 impianti fotovoltaici. Sempre forte la Lazio dopo la vittoria della Coppa Italia. Tra i peggiori Pirelli (-1,95%), Astaldi (-1,84%) e Moncler (-1,73%).

14.19 - L'EUROPA TORNA A CRESCERE

Le Borse europee provano a cambiare passo e, dopo Milano, girano tutte in rialzo in scia ai dati sul commercio internazionale. L'indice d'area Stoxx 600 guadagna mezzo punto con gli acquisti che previlegiano edilizia, chimica e informatica. Francoforte guadagna lo 0,85%, Londra lo 0,29% Parigi lo 0,5% con EssilorLuxottica poco mossa (-0,37%) nel giorno dell'assemblea. A Piazza Affari proseguono in evidenza Tenaris (+2,91%), Lazio (+5,34%) dopo la vittoria della Coppa Itala, Juventus (+2,79%) e le banche con in testa Mps (+2,42%). Fuori dal paniere principale vola Ternienergia (+29%) che ha ceduto 22 impianti fotovoltaici. Sotto pressione Pirelli (-2,94%) e Moncler (-1,79%). Debole Generali (-0,88%) con la solvency ratio che delude le attese. Sul fronte dei mercati anche Wall Street è attesa in positivo con l'euro che resta in rialzo sul dollaro a 1,1204.

12.26 - I LISTINI DEL VECCHIO CONTINENTE IN LEGGERO MIGLIORAMENTO

Le Borse europee migliorano rispetto all'avvio ma restano deboli. Piazza Affari (+0,4%) gira in positivo grazie alle banche, con lo spread tra Btp e Bund che scende a 281 punti base ed il rendimento del decennale italiano al 2,71%. Nel Vecchio continente sono piatte Londra (-0,05%), Parigi (-0,09%) e Madrid (+0,07%). In lieve rialzo Francoforte (+0,17%). I mercati hanno subito una inversione di tendenza dopo i dati sul commercio internazionale. Ma restano le incognite dopo che il presidente degli Usa, Donald Trump, ha firmato un ordine esecutivo che limita l'importazione di alcuni servizi delle società di Tlc, un provvedimento che mira a penalizzare le società cinesi e provoca instabilità nel dialogo sui dazi. A Piazza Affari invertono la marcia le banche con Bper (+1,5%) in testa. Bene anche Banco Bpm e Ubi (+1,2%), Mps (+1%), Intesa (+0,3%). Prosegue la corsa della Lazio (+5%) dopo aver conquistato la Coppa Italia. Svettano la Juve e Tenaris (+2,7%).

10.54 - EUROPA IN CALO A CAUSA DI AUTO E FINANZA

Le Borse europee proseguono in calo, appesantite dalle perdite dei settori dell'auto e della finanza. Sui listini resta l'incognita delle tensioni tra Usa e Cina sui dazi. Gli investitori guardano anche agli effetti che potrà avere la decisione di Donald Trump di di firmare un ordine esecutivo che limita l'importazione di alcuni servizi della società Huawei. Sul fronte dei cambi l'euro prosegue in rialzo sul dollaro a 1,1215 a Londra. Nel settore dell'auto (-1,6%) sono in calo Peugeot e Renault e Porsche (-1,7%), Volkswagen e Daimler (-1,6%), Continental (-1,8%). In calo anche le banche (-0,6%) con Societe Generale (-1%), Ing e Bnp Paribas (-0,7%), Credit Agricole (-0,6%), Commerzbank e Barclays (-0,4%). A Piazza Affari tra gli istituti di credito marciano in rialzo Mps (+0,8%), Bper (+0,3%) e Ubi (+0,1%) mentre sono in calo Unicredit (-0,9%), Fineco (-0,7%), Banco Bpm e Intesa (-0,5%). In calo anche Generali (-0,5%), nel giorno dei conti del trimestre con l'utile in crescita del 28%. In fondo al listino Stm (-2,2%) e Pirelli (-2%). In rosso anche Cnh (-1,8%) e Moncler (-1,1%). Corre la Lazio (+6,3%), dopo aver conquistato la Coppa Italia. Bene anche la Juve (+2,3%) e A2A (+1,1%), dopo i conti del trimestre, e il Sole 24 Ore (+1,4%), con l'approvazione del piano industriale.

9.45 - MILANO PERDE LO 0,3%, SPREAD A 284 PUNTI

La Borsa di Milano (-0,3%) amplia il calo rispetto all'avvio di seduta. Gli investitori guardano con grande attenzione alle politiche interne italiane. In ordine sparso le banche con l'andamento dello spread tra Btp e Bund che si attesta a 284 punti, con il rendimento del decennale italiano al 2,72%

9.38 - BENE I MERCATI CINESI, LO YUAN AI MINIMI SUL DOLLARO

Le Borse cinesi vivono un'altra seduta volatile terminando tuttavia gli scambi al rialzo, mentre lo yuan viaggia nuovi minimi dell'anno sul dollaro: l'indice Composite di Shanghai lo 0,58%, a 2.955,71 punti, mentre quello di Shenzhen sale dello 0,44%, a 1.584,81 punti

9.32 - APERTURA IN NEGATIVO PER LE BORSE EUROPEE

Le Borse europee aprono in calo con gli investitori che guardano ancora alle tensioni tra Usa e Cina sul fronte dei dazi. Ad inasprire la situazione arriva la decisione di Donald Trump di firmare un ordine esecutivo che limita l'importazione di alcuni servizi della società Huawei. Sul fronte valutario l'euro si rafforza sul dollaro a 1,1209 a Londra. L'indice d'area stoxx 600 cede lo 0,15%.

9.10 - LA LAZIO VOLA IN BORSA CON LA COPPA ITALIA

La Lazio vola in Borsa a Milano dopo aver conquistato la Coppa Italia. A pochi minuti dall'avvio della seduta il titolo avanza del 9% a 1,2620 euro. Ieri sera i biancocelesti hanno hanno trionfato sulla lanciatissima Atalanta, regalandosi il settimo trofeo tricolore della sua storia a sei anni dall'ultim

9.08 - LA BORSA DI MILANO APRE IN CALO A -0,12%

La Borsa di Milano apre in calo. L'indice Ftse Mib cede lo 0,12% a 20.837 punti.

9.04 - LO SPREAD APRE IN RIALZO A 287 PUNTI BASE

Avvio nuovamente in rialzo per lo spread tra Btp e Bund che segna 287 punti base in rialzo rispetto ai 284 della chiusura del 15 maggio. Il rendimento del titolo decennale italiano sale al 2,76%.

16 Maggio Mag 2019 0604 16 maggio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso