Giornali Editoria 141211211334
Media
27 Aprile Apr 2018 1930 27 aprile 2018

Giornali, a chi sono andati i fondi per l'editoria nel 2016

Avvenire 5 milioni. Italia Oggi 4 milioni e 800 mila euro. Libero 3 milioni e 700 mila. Sono alcune delle testate che hanno ricevuto i finanziamenti più cospicui. Dal 2018 entrano in vigore le nuove regole. I dati.

  • ...

Il 31 marzo 2018 il dipartimento dell'editoria di palazzo Chigi ha concluso la procedura per l'assegnazione dei contributi diretti alle imprese editrici relativi al 2016, circa 52 milioni di euro divisi per 53 testate, a cui si aggiungono i fondi destinati ad altre specifiche categorie di impresa editoriale. La testata che ha ricevuto il finanziamento più cospiscuo è Avvenire, 5 milioni e 900 mila euro, seguita da Italia Oggi, 4 milioni e 800 mila euro, Libero, con 3 milioni e 700 mila euro e da il manifesto con 3 milioni.

Fino al 2017 (compreso) i contributi diretti all'editoria verranno distribuiti secondo i vecchi criteri, ossia ai giornali organi di partiti politici, quelli editi da cooperative di giornalisti, e quelli riferimento di minoranze linguistiche, di comunità italiane all'estero, di enti morali.

DAL 2018 LA STRETTA. Dal 2018 entra in vigore la legge approvata dal parlamento nel 2017 che ha introdotto nuovi criteri per i contributi diretti all'editoria: dalle imprese che possono beneficiare del sostegno pubblico sono stati eliminati «gli organi di informazione dei partiti, movimenti politici e sindacali», e sono stati stabiliti alcuni obblighi per tutte le altre per poter avere i fondi come per esempio editare anche una versione digitale del quotidiano o del periodico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso