Cairo
12 Luglio Lug 2018 1354 12 luglio 2018

Cairo presenta i nuovi palinsesti La7 e attacca la Rai

L'editore: «Mi aspetto che viale Mazzini non faccia più pubblicità». Tutte confermate le trasmissioni in prime time, rinnovato il contratto di Floris fino al 2024. Nessuna certezza su Gabanelli e Guzzanti.

  • ...

«La Rai ha risorse da canone per 1,8 miliardi di euro e poi c'è la pubblicità. Non mi sembra giusto». Urbano Cairo, presentando i nuovi palinsesti di La7 a Milano, ha attaccato la tv pubblica. «Mi aspetto che non faccia più pubblicità», ha spiegato l'editore, «abbiamo parlato di servizio pubblico con il governo, ma non ci hanno considerati. Comunque ci riproveremo, perché credo che il tema dovrebbe essere all'attenzione di tutti. In altri Paesi europei come Francia, Germania e Spagna, se c'è il canone non c'è la pubblicità. Servono pari opportunità» (leggi anche: Cosa ha detto Freccero sul rinnovo dei vertici Rai).

PALINSESTO CONFERMATO IN BLOCCO

Nei palinsesti di La7 per la prossima stagione non ci sono novità di rilievo. Il prime time viene confermato in blocco, con il rinnovo del contratto a Giovanni Floris fino al 2024. Massimo Giletti, oltre a Non è l'Arena, condurrà anche i Gazzetta Awards. Con lui, ha detto Cairo, «c'è un rapporto talmente buono che faremo ragionamenti di lungo periodo. Ha triplicato gli ascolti della domenica, si è preso un rischio ma ha fatto davvero benissimo e ha ottenuto un risultato strepitoso». I tg e gli approfondimenti condotti da Enrico Mentana, Bersaglio Mobile e le varie maratone, non subiranno modifiche. Corrado Formigli è confermato il giovedì con Piazza Pulita, Diego Bianchi il venerdì con Propaganda Live. Su La7 dovrebbe tornare anche Miss Italia, ma è ancora presto per la scelta della conduzione e della data di messa in onda. Lilli Gruber, che dovrà confrontarsi con Barbara Palombelli su Rete4, rimane salda alla guida di Otto e mezzo. In day time non mancheranno Omnibus, Coffee break, L’aria che tira con Myrta Merlino e Tagadà con Tiziana Panella. Cairo ha infine parlato di un asso nella manica che potrebbe arrivare in autunno, come avvenne nel 2017 con Giletti. Qualcuno ha fatto il nome di Milena Gabanelli, ma potrebbe anche essere la volta buona per il ritorno sul piccolo schermo di Corrado Guzzanti. Per entrambi i nomi, in ogni caso, al momento non ci sono certezze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso