Maurizio Costanzo Attacchi
Media
14 Settembre Set 2018 1857 14 settembre 2018

Maurizio Costanzo e gli attacchi alle celebrità

Il conduttore spara a zero sulla moglie di Bonolis: «Lasci perdere i social». Da Belén Rodríguez («Vada all'estero e non ci rompa più le scatole») a Virginia Raggi («È un'incapace»), tutti i vip presi di mira.

  • ...

L'ultima in ordine di tempo è stata Sonia Bruganelli, meglio nota alle cronache come moglie di Paolo Bonolis. L'ostentazione del lusso che l'ha resa tanto popolare quanto oggetto di critiche l'ha portata a finire nel mirino anche di Maurizio Costanzo. Che, nelle rare sortite al di fuori delle canoniche apparizioni nei salotti televisivi, non lesina frecciate alle celebrità, pur senza mai farsi trascinare dal vortice delle polemiche. Critiche e punture di spillo che negli anni hanno preso di mira starlette e presentatori, attori e vip occasionali, colpiti dai sardonici affondi del Maurizio nazionale.

«SONIA BRUGANELLI LASCI PERDERE I SOCIAL»

«Vorrei suggerire alla Bruganelli di lasciar perdere i social», siè lasciato andare Costanzo nella consueta rubrica che tiene per Nuovo tv. Il consiglio del conduttore di Mediaset è stato quello di «condurre una vita lontano da pettegolezzi e facile critiche». «Ha un lavoro soddisfacente e un tenore di vita altissimo», ha proseguito Costanzo, «anche grazie al fatto che è la moglie di Paolo Bonolis . Pure io mi chiedo: che bisogno ha di raccontare come viaggia sui social? Perché vuol far parlare di sé?»

BELÉN PIÙ VOLTE NEL MIRINO DEL CONDUTTORE

Peggio era andata a Belén Rodríguez, più volte presa di mira da Costanzo. L'ultima volta quest'estate durante la conduzione di Balalaika, il chiacchierato programma che seguiva i match del Mondiale su Canale5. «I telespettatori si aspettavano una trasmissione più tecnica. Invece il programma di Nicola Savino e Ilary Blasi è scivolato spesso nell’intrattenimento puro, quando non nel gossip, anche per via della presenza di Belén». Ancor più duro era stato l'affondo di febbraio: «Personalmente le consiglio di trasferirsi all’estero e di togliere il disturbo, di non romperci più le scatole. Non è che ogni due minuti possiamo discutere degli amori di Belén: chi se ne importa? » E ancora, a rincarare la dose: «Non si può dire che sia una presentatrice vera e propria. Piuttosto, è un'ospite gradita, che fa ascolto, una quasi conduttrice».

DA RAGGI A SPALLETTI, TRA CRITICHE E STRONCATURE

Ma le "vittime" di Costanzo oltrepassano i confini dello spettacolo. La sindaca di Roma Virginia Raggi si è presa dell'«incapace» per la gestione dell'emergenza riifiuti. «A Roma ci sono dei topi con la maglietta gialla che puliscono la città. E lei non è più considerata dalla stampa perché se ne è capita l'inconcludenza». Mentre Luciano Spalletti, all'epoca allenatore della Roma di cui il conduttore è tifosissimo, ha pagato dazio per i suoi attriti con Franceco Totti: «Vada a fare l'allenatore in provincia. È invidioso della storia di Totti, lui pensava di fare il mister famoso, dinnanzi a Totti che è più famoso e di altri dieci allenatori messi insieme, dove cazzo va?» Fabrizio Corona è stato additato come uno «sciagurato che andrebbe curato per le sue patologie. Una persona che fa del male». Di Maurizio Crozza, invece, non fu gradita l'ironia per il bacio all'Ariston tra Maria De Filippi e Robbie Williams. «Forse è a corto di argomenti». Recentemente anche Barbara D'Urso è finita nel mirino di Costanzo per la conduzione del suo Grande Fratello: «Era orrendo, una finestra sulla discarica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso