Carlo Rossella Chi

Per Carlo Rossella Chi lo ha fatto fuori «perché di sinistra»

Il presidente di Medusa Film non terrà più la sua rubrica sul settimanale diretto da Alfonso Signorini: «Mi hanno detto che è per ragioni di risparmio, ma credo sia per motivazioni ideologiche».

  • ...

«Mi hanno licenziato da Chi, dove tenevo una rubrica sull'ultima pagina, me l'hanno tolta. Mi hanno detto che lo hanno fatto per risparmiare, ma secondo me l'hanno tolta per ragioni ideologiche: dicono di che sono troppo di sinistra». Parola del presidente di Medusa Film Carlo Rossella, che ospite di Un Giorno da Pecora, ha spiegato che non terrà più la sua 'Posta del cuore' sul settimanale diretto da Alfonso Signorini.

«MI HA CHIAMATO SIGNORINI PER DIRMELO»

Di fronte all'osservazione «lei in quella rubrica si limitava a dare dei consigli 'saggi'», Rossella ha spiegato: «Ma essendo tali, erano ritenuti di sinistra». «Mi ha chiamato Signorini, dicendomi: non puoi più fare quella rubrica perché» - ha proseguito a Un Giorno da Pecora - «l'amministratore delegato della Mondadori non vuole più che tu la faccia». Signorini era dispiaciuto? «Si, mi sembrava dispiaciuto. Ma quando uno ti licenzia è sempre dispiaciuto. Non credo sia stata una decisione di Signorini, non so, ma comunque qualcuno l'avrà presa questa decisione».

«SONO SEMPRE STATO DI SINISTRA»

Alla domanda: «Lei è di sinistra? Io sono di sinistra e lo sono sempre stato». Chi ha votato alle ultime elezioni? «Non ho votato. Se si fosse candidato il mio amico Silvio Berlusconi avrei votato per lui». Non proprio, però, uno di sinistra. «Berlusconi è molto più a sinistra di tanta gente di sinistra» ha proseguito il giornalista a Rai Radio1. «Silvio ha una sensibilità per coloro che hanno bisogno che tanta gente di sinistra non possiede». Berlusconi sa che l'hanno licenziata da Chi? «Non lo so, è stato un regalo di Sant'Ambrogio, diciamo...”

17 Gennaio Gen 2019 1858 17 gennaio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso