Vittorio Feltri Calabresi Repubblica
Media
5 Febbraio Feb 2019 1314 05 febbraio 2019

Il pessimo tweet di Vittorio Feltri sul divorzio Calabresi-Repubblica

Il direttore editoriale di Libero non si risparmia un'altra uscita poco felice sull'avvicendamento alla guida del quotidiano: «Quando un direttore viene licenziato la colpa non è mai sua. Ora è orfano due volte».

  • ...

Se l'addio di Mario Calabresi alla direzione di Repubblica sembrava essere soltanto questione di tempo, la nomina di Carlo Verdelli, in attesa dell'ufficialità che potrebbe arrivare già nel Consiglio d'amministrazione del 6 febbraio del gruppo Gedi, è stata accolta con stupore tra i non addetti ai lavori. E se da un lato, gran parte dei giornalismo italiano si è affrettata a tessere le lodi del direttore entrante, riservando il doveroso omaggio all'uscita di scena, assai poco indolore, di Calabresi, ancora una volta a distinguersi per un'uscita poco felice è stato Vittorio Feltri.

Commentando le parole utilizzate da Calabresi per annunciare il suo addio su Twitter, il direttore editoriale di Libero (sulle cui provocazioni è doverosa più di una riflessione) ha scritto: «Quando un direttore viene licenziato la colpa non è mai sua, bensì dell’editore che ha sbagliato ad assumerlo oppure ha sbagliato a cacciarlo. Ora Calabresi è orfano due volte». Un messaggio volgare e fuori luogo, che è stato immediatamente subissato dalle critiche degli altri utenti su Twitter, mentre da parte dell'ormai ex direttore non è arrivata alcuna risposta. Il commissario Luigi Calabresi, padre di Mario, morì il 17 maggio 1972 sotto i colpi del commando composto da Olivio Bompressi e Leonardo Marino, esecutori dell'omicidio per il quale sono stati condannati assieme ai mandanti Giorgio Pietrostefani e Adriano Sofri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso