Lapresse Ansa Associated Press

LaPresse soffia all'Ansa i contenuti di Associated Press

Serata di gala a Milano a maggio per celebrare l'intesa che chiude la collaborazione lunga cinque anni con l'agenzia di stampa di Via della Dataria. 

  • ...

Grosso colpo dell'agenzia di stampa LaPresse che "soffia" all'agenzia Ansa la partnership con Associated Press. A partire dal prossimo gennaio, il gruppo che fa capo all'imprenditore Marco Durante distribuirà in Italia i contenuti della principale rete di notizie globale al mondo. L'accordo è reciproco: Ap distribuirà i contenuti di LaPresse. Si chiude così la partnership tra l'agenzia Ansa e Ap siglata nel 2014 e che aveva una durata di cinque anni (2015-2020). In passato Ap è stata distribuita in Italia da Apcom. Per festeggiare la partnership è prevista una serata di gala a Milano il prossimo 9 maggio, in cui saranno svelati i particolari dell'accordo. LaPresse oggi ha sedi a Milano, Roma e Torino, ha una ottantina di giornalisti ed è un multimedia content provider di riferimento per editori, aziende e istituzioni in grado di offrire una significativa copertura e distribuzione internazionale di contenuti grazie alla sua rete di partner.

LA CRISI DI ANSA

Quando nel 2015 fu siglato l'accordo con Ap, fondata nel 1846 e oggi insieme allla Reuters una delle fonti più affidabili di notizie e informazioni indipendenti, l'allora amministratore delegato di Ansa, Giuseppe Cerbone, aveva commentato: «L'alleanza con Ap rafforzerà ulteriormente la leadership di Ansa in Italia innalzando la qualità della sua produzione multimediale, a partire da foto e video, e la copertura delle news internazionali. Con questa intesa strategica i prodotti multimediali unici ed innovativi realizzati da Ansa si arricchiranno del prestigioso ed autorevole marchio della Associated Press». La chiusura della partnership ora rischia di impoverire l'offerta dell'agenzia uscita a dicembre da un pesante stato di crisi che ne ha ridotto l'organico. La redazione si trova al momento in stato di agitazione per gli annunciati nuovi tagli, secondo l'editore necessari per fronteggiare la caduta delle entrate.

15 Febbraio Feb 2019 1609 15 febbraio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso