Jinping Esodo

Cina, Xi Jinping e lo spettro del golpe contro il Partito

Il capo della Consob di Pechino denuncia il complotto smascherato dal presidente e ordito all'interno del Pcc. Tra i membri l'astro nascente fatto fuori Sun Zhengca.
 

  • ...

Non è la prima volta che Pechino denuncia tentativi di golpe. Questa volta il presidente Xi Jinping avrebbe «salvato il Partito comunista» dal tentativo di presa del potere ordito da figure di alto livello del Pcc, ora rimosse. A sostenerlo ora è Liu Shiyu, a capo della China securities regulatory commission (l'equivalente della Consob), parlando a un panel finanziario a margine del 19esimo congresso del Pcc.

L'ASTRO NASCENTE FATTO FUORI. Liu, riporta il South China morning post, ha menzionato tra gli altri l'ex boss del Partito di Chongqing Sun Zhengcai, ex astro nascente, rimosso ed espulso dal Pcc pochi giorni fa. Il caso di Sun, accusato per la prima volta da un esponente di peso del Pcc di aver cospirato «per usurpare la leadership», è soltanto l'ultimo tentativo in ordine temporale di una lista di mosse e situazioni improprie che parte da circa cinque anni fa, dalla salita al potere di Xi.

INDAGINI PER CORRUZIONE E VIOLAZIONI DELLA DISCIPLINA. Il presidente, che è anche e soprattutto segretario generale del Partito comunista, «ha affrontato i casi di Bo Xilai, Zhou Yongkang, Ling Jihua, Xu Caihou, Guo Boxiong e Sun Zhengcai. Tutti avevano posizioni di vertice nel Partito, ma tutti» - ha affermato Liu - «erano pesantemente corrotti e hanno complottato per usurpare la leadership e impossessarsi dello Stato». Sun, il più giovane componente del Politburo uscente e tra i più accreditati per la promozione nella ristrettissima cerchia del Comitato permanente, è stato rimosso a luglio dopo l'avvio di indagini per corruzione e gravi violazioni della disciplina e successivamente allontanato da ogni carica ed espulso dal Pcc.

20 Ottobre Ott 2017 1132 20 ottobre 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso