Israele colpisce nord Striscia di Gaza
Mondo
12 Maggio Mag 2018 1905 12 maggio 2018

Israele colpisce il nord di Gaza

Lo riferisce il quotidiano israeliano Haaretz, che scrive di «esplosioni udite» nel Nord della Striscia. Sarebbero stati sparati 9 missili per distruggere un tunnel palestinese. Il 14 maggio apre l'ambasciata Usa a Gerusalemme. E sale la tensione.

  • ...

9 missili sparati dall'aviazione israeliana a poche ore dopo l'annucio da parte del ministro della Difesa Avigdor Lieberman della chiusura del corridoio Kerem Shalom, l'unico che permette il passaggio di merci tra Israele e la striscia di Gaza. La chiusura era stata motivata da incendi provocati dalle proteste palestinesi. L'attacco avviene alla vigilia dell'apertura dell'ambasciata Usa a Gerusalemme e riaccende la tensione anche nel sud di Israele, al confine con la Striscia. L'aviazione israeliana sostiene di aver distrutto con 9 missili un tunnel di Hamas che correva proprio accanto al valico di confine di Erez che da Israele immette nella Striscia. Sarebbe il nono scoperto in un anno. Secondo fonti locali non sono state riportate vittime.

TUNNEL DI HAMAS. La galleria sotterranea in questione, ha spiegato il portavoce militare israeliano Jonathan Conricus, sarebbe posta nell'area del cosiddetto 'perimetro di sicurezza' a poca distanza da un kibbutz in territorio israeliano e l'esercito la teneva d'occhio da mesi. L'aviazione sarebbe entrata in azione dopo averne appreso l'esatta collazione proprio perché il tunnel sarebbe stato sul punto di superare la barriera di sicurezza con Israele. Hamas, ha detto il ministro della difesa Avigdor Lieberman, «continua a costruire tunnel del terrore nel territorio dello stato di Israele».

L'AMBASCIATA USA. Il 14 maggio apre l'ambasciata Usa a Gerusalemme, un'azione che secondo Lieberman coinciderà con «una settimana di violente proteste dei palestinesi». Per questo l'esercito israeliano avrebbe incrementato le proprie forze dispiegando tre brigate di fanteria: due al confine con Gaza e una in Cisgiordania.

MANIFESTAZIONI E DANNI. Contemporaneamente ha annunciato la chiusura del valico commerciale di Kerem Shalom, l'unico dal quale passano le merci da e per la Striscia. La decisione sarebbe stata presa a seguito degli ingenti danni, stimati in 9 milioni di dollari, provocati dalle manifestazioni palestinesi dell'11 maggio. Secondo Conricus, Hamas «sta in effetti uccidendo Gaza e colpendo le infrastrutture umanitarie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso