Gaza
Mondo
15 Maggio Mag 2018 1135 15 maggio 2018

Gaza, il giorno della Nakba riaccende la tensione

Sale a 61 il bilancio delle vittime degli scontri per l'inaugurazione dell'ambasciata statunitense a Gerusalemme. E la commemorazione dell'esodo palestinese dà il via a nuovi tumulti.

  • ...

È salito a 61 il bilancio delle vittime degli scontri a Gaza nella giornata che ha visto gli Stati Uniti inaugurare la loro ambasciata a Gerusalemme tra la protesta dei palestinesi. A 24 ore di distanza, tuttavia, la situazione rischia di farsi nuovamente incandescente, con la prospettiva di allargarsi a Gerusalemme Est e alla Cisgiordania.

Il 15 maggio è l’anniversario della Nakba, la “catastrofe” per gli arabi, vale a dire il gigantesco esodo di 700 mila palestinesi dopo la creazione dello Stato di Israele nel 1948. E tre giorni di lutto sono stati proclamati dall’Olp per celebrare i funerali di molte delle vittime di Gaza che in giornata saranno sepolte.

Tra loro anche una neonata, Leila al Ghandour, otto mesi, morta dopo avere inalato gas lacrimogeni negli scontri tra le forze israeliane e i manifestanti, calcolati in quasi 40 mila, in un villaggio vicino alla barriera che separa la Striscia dai confini israeliani, secondo quanto ha fatto sapere il ministero della Sanità palestinese.

I palestinesi della Cisgiordania e di Gerusalemme Est hanno annunciato uno sciopero generale in seguito all'uccisione da parte dell'esercito israeliano dei circa 60 dimostranti. Chiusi negozi e scuole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso