Congo, altri 11 casi di ebola, 2 morti:
Mondo
18 Maggio Mag 2018 1649 18 maggio 2018

Ebola, l'Oms: «Non c'è emergenza internazionale»

Il capo del Comitato di Emergenza dell'Organizzazione mondiale della sanità ha fatto sapere che l'epidemia nella Repubblica Democratica del Congo è contenuta con difficoltà, ma rimane all'interno del Paese.

  • ...

L'epidemia di Ebola nella Repubblica Democratica del Congo non è una Emergenza Internazionale di Salute Pubblica. Lo ha annunciato il capo del Comitato di Emergenza dell'Oms Robert Steffen durante una conferenza stampa al termine di una riunione dell'organismo. «Le condizioni per dichiarare una emergenza pubblica», ha affermato, «non ci sono, anche se dobbiamo affrontare diverse difficoltà per contenere la malattia».

Nove Paesi confinanti con la Repubblica Democratica del Congo, ha aggiunto Steffen, incluso il Congo-Brazzaville e la Repubblica centrafricana, sono stati avvertiti di essere ad alto rischio di diffusione, e sono stati supportati con equipaggiamenti e personale. «Le difficoltà principali nel contenimento», ha spiegato l'esperto, «sono il rischio di diffusione rapida in un'area urbana, i diversi focolai in aree difficili da raggiungere e il fatto che alcuni operatori sanitari sono stati infettati, che potrebbe fare da amplificatore per l'epidemia». Al momento sono 45 i casi tra sospetti e confermati, e a preoccupare particolarmente è quello che si è verificato a Mbandaka, una città con 1,2 milioni di abitanti. «La risposta immediata delle autorità locali, dell'Oms e di tutti i partners», ha affermato Steffen, «ci fanno pensare che ci sono tutte le condizoni per controllare l'epidemia. Anche la possibilità di usare il vaccino ci dà un certo ottimismo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso