Libano Cannabis Marijuana Legale
10 Luglio Lug 2018 1548 10 luglio 2018

Cannabis legale, la ricetta anti-crisi del Libano

Il governo, su consiglio di McKinsey, valuta l'ok alla coltivazione per scopi terapeutici. Che potrebbe portare nelle casse statali 1 miliardo di dollari. Ma c'è da superare l'ostacolo Hezbollah.

  • ...

Legalizzare la cannabis e promuoverne l'esportazione per risollevare l'economia del Libano. La dritta - recapitata al governo di Beirut - arriva da uno dei colossi della consulenza globale: McKinsey & Co. In un report di 1.000 pagine, l'azienda ha messo in fila una serie di raccomandazioni che, se implementate, potrebbero contribuire a rimettere in moto l'economia del Paese mediorientale, attualmente al terzo posto nella classifica dei più indebitati al mondo dopo Giappone e Grecia.

Una piantagione di marijuana nella Valle della Bekaa.

Stando a quanto riportato da Bloomberg, i consigli di McKinsey & Co. spaziano dalla costruzione di un hub dell'investment banking all'esportazione su vasta scala degli avocado (un mercato globale destinato a raggiungere un valore di 23 miliardi di dollari entro il 2027), fino ad arrivare alla coltivazione della marijuana a scopi terapeutici. Coltivazione che in Libano fu espressamente vietata nel 1992, ma nonostante questo è proliferata negli anni sotto lo sguardo attento e interessato di Hezbollah.

Per qualità, la cannabis libanese è una delle migliori al mondo

Raed Khoury, il ministro del Commercio

Oggi, in Libano, la maggior parte delle piantagioni clandestine si trova nella Valle della Bekaa, nella zona orientale del Paese, controllata dalle milizie sciite che ne gestiscono anche il traffico. «Per qualità, la cannabis libanese è una delle migliori al mondo», dice il ministro del Commercio Raed Khoury, quantificando in 1 miliardo di dollari il possibile giro d'affari derivante da una legalizzazione e lasciando intendere la propria posizione in merito. L'ostacolo principale, piuttosto, è rappresentato da Hezbollah, che difficilmente rinuncerà all'”oro verde” senza vedersi riconosciuta una fetta consistente della torta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso