Trump Vittoria
L'America di Trump
La Stampa Usa Contro Trump
Mondo
16 Agosto Ago 2018 1347 16 agosto 2018

La stampa Usa: non siamo nemici del popolo

350 testate giornalistiche si schierano con il Boston Globe: i giornalisti non sono antagonisti a nessuno. Ma tra l'opinione pubblica è sempre più diffusa la visione di Donald Trump.

  • ...

Basta con i «Nemici del popolo», come il presidente Donald Trump ha più volte definito i giornalisti e i media, a suo parere tutti assimilabili a generatori di fake news.
E gli statunitensi che gli danno ragione secondo i sondaggi sono sempre di più. Il 16 agosto oltre 350 testate giornalistiche statunitensi che si sentono minacciate da quella che definiscono la «guerra sporca», hanno deciso di raccogliere l’appello lanciato dal Boston Globe, e aderire alla campagna #EnemyOfNon in difesa della libertà di stampa.

L'EDITORIALE DEL BOSTON GLOBE

Con un lungo editoriale sul proprio sito, il Boston Globe ha deciso di lanciare la campagna a favore della libertà di stampa. «Un pilastro centrale della politica del presidente Trump è un assalto duraturo alla stampa libera, i giornalisti non sono classificati come normali americani, ma piuttosto come «il nemico del popolo». Questo implacabile assalto alla stampa libera ha conseguenze pericolose». Il giornale ha quindi invitato i «comitati editoriali di tutto il paese – liberali e conservatori, grandi e piccoli – ad unirsi a noi oggi per affrontare questa minaccia fondamentale con le loro stesse parole». Ad aderire sono state più di 350 testate, che sono usciti in edicole con lunghi editoriali a difesa della libertà di stampa.

Il 29% degli statunitensi è d'accordo con Donald Trump

Un recente sondaggio, aveva altresì sottolineato come più di un cittadino statunitense su quattro, il 26% secondo la ricerca, è infatti è convinto che a Donald Trump debba essere conferito il potere di chiudere gli organi di stampa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso