Frontex Militari
Mondo
29 Agosto Ago 2018 1422 29 agosto 2018

L'Austria propone l'uso dei militari a supporto di Frontex

Il presidente di turno del Consiglio Difesa Ue, il ministro Mario Kunasek, è pronto a presentare l'idea il 30 agosto ai suoi omologhi dei 28, riuniti a Vienna.

  • ...

Il presidente di turno austriaco del Consiglio Difesa Ue, il ministro Mario Kunasek, è pronto a presentare il 30 agosto ai suoi omologhi dei 28, riuniti a Vienna, un documento con cui propone che i militari dei Paesi europei siano impiegati a supporto di Frontex (quindi sotto guida civile). Il loro utilizzo avverrebbe negli ambiti di logistica, trasporto e ricognizioni, e in casi particolari anche in operazioni di controllo delle frontiere esterne, per contenere i flussi migratori. A riferirlo è l'Ansa, che lo ha appreso da fonti diplomatiche.

LE RICHIESTE DI ROMA SULLA MISSIONE SOPHIA

Parte della proposta era già stata elaborata dal predecessore di Kunasek (Fpoe), il ministro Hans Peter Doskozil (socialdemocratico), che puntava sul sostegno militare di Frontex, già nel 2017, partendo dall'esperienza nazionale. In particolare, proprio Doskozil, nel luglio 2017, annunciò di aver fatto portare quattro mezzi corazzati Pandur delle Forze armate austriache al Brennero, da impiegare nelle operazioni di controllo sull'immigrazione. Nel frattempo, proseguono le schermaglie tra Italia e Ue sulla modifica della missione Sophia. Il 29 agosto, il ministro della Difesa Elisabetta Trenta è pronta a chiedere nella stessa sede di introdurre una rotazione dei porti di sbarco delle navi della missione europea Sophia, in modo che «non sia più solo l'Italia a farsi carico del problema, bensì anche gli altri Stati membri».

CIRCA 400 MIGRANTI FERMATI DALLA GUARDIA COSTIERA LIBICA

Negli ultimi giorni di settembre, la guardia costiera della Libia afferma di avere intercettato circa 400 migranti diretti verso l'Europa, tra cui decine di donne e bambini, al largo delle proprie coste. Il portavoce della guardia costiera libica Ayoub Gassim ha spiegato che i migranti hanno ricevuto aiuti umanitari e cure mediche e sono stati portati nei campi profughi nelle città di Zawiya e Tajoura. Un gommone che trasportava 84 passeggeri, tra cui sei donne e cinque bambini, è stato fermato il 27 agosto al largo della città di al-Maya, a 27 chilometri a Ovest di Tripoli. Altre due barche, che trasportavano 146 migranti, tra cui 26 donne e quattro bambini, al largo della città sud-occidentale di Abu Kammash. Sempre secondo il portavoce della guardia costiera altri 162 migranti sono stati intercettati prima del 26.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso