Elezioni Brasile Fernando Haddad
Mondo
11 Settembre Set 2018 2056 11 settembre 2018

Chi è Fernando Haddad, il candidato che sostituirà Lula

Il Partito dei Lavoratori ha deciso chi sarà il candidato al posto dell'ex presidente ora in carcere. Ma l'ex sindaco di San Paolo è solo al 9% nei sondaggi.
 
 

  • ...

Il comitato esecutivo del Partito dei Lavoratori (Pt) brasiliano ha proclamato Fernando Haddad come nuovo candidato alla presidenza, in sostituzione di Luiz Inacio Lula da Silva, la cui candidatura è stata bocciata dalle autorità elettorali. «È una decisione storica, presa all'unanimità da tutto l'esecutivo, che appoggia il compagno Fernando Haddad e Manuela (d'Avila) come sua vice», ha detto il segretario nazionale del Pt, Alex Lima, al termine della riunione dell'organismo.

DECISIONE NELLA STESSA CITTA' IN CUI È DETENUTO LULA

La decisione è stata adottata durante una riunione straordinaria dell'esecutivo del partito a Curitiba, città dove dallo scorso aprile Lula sconta una pena di 12 anni per corruzione e riciclaggio, a causa della quale il Tribunale Supremo Elettorale (Tse) ha bocciato la sua candidatura alla presidenza. «Ora dobbiamo prepararci per portare Haddad al secondo turno e poi a vincere le elezioni presidenziali!», ha esclamato Lima al termine della sua breve dichiarazione.

HADDAD TRA GLI ULTIMI NEI SONDAGGI

Fernando Haddad, docente e avvocato, ha origini libanesi e in passato è stato ministro dell'Educazione sotto i governi di Lula e Dilma Rousseff. Mentre fino allo scorso anno è stato il sindaco di San Paolo. Haddad ha tenuto il suo primo discorso da candidato davanti alla stazione di polizia di Curitiba dove è recluso Lula. Secondo i sondaggi però il candidato del Pt sarebbe molto indietro. Nella rilevazione del 2 settembre Lula era dato in testa con il 37% delle preferenze, mentre una settimana dopo l'istituto Datafolha ha pubblicato un sondaggio che vede il candidato di estrema destra Bolsonaro al 24%, mentre Haddad sarebbe fermo solo al 9%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso