Estrema destra di nuovo a Chemnitz
ESTREMA DESTRA
1 Ottobre Ott 2018 1037 01 ottobre 2018

Neonazisti arrestati in Germania: pianificavano attentati a stranieri

I sei fermati sono accusati di aver formato il gruppo terroristico Rivoluzione Chemnitz.

  • ...

Sei neonazisti sono stati arrestati in Germania, con l'accusa di aver fondato un gruppo terroristico. Secondo la polizia, pianificavano attentati contro stranieri. Gli arresti sono avvenuti in Sassonia e in Baviera. I presunti terroristi si erano dati il nome di Rivoluzione Chemnitz. Gli arrestati appartengono agli ambienti neonazi, agli hooligan e agli skinhead. Si tratta di giovani di età compresa fra 27 e 30 anni. Secondo le indagini della procura federale, che ha emesso i mandati di arresto, il gruppo aveva già provato a procurarsi armi semiautomatiche. Fra gli obiettivi ci sarebbero stati anche esponenti politici. L'attacco a Chemnitz doveva valere come prova generale per altri agguati pianificati per il 3 ottobre, data in cui in Germania si festeggia la Riunificazione.

IL POGROM DI FINE AGOSTO A CHEMNITZ

La città della Sassonia a fine agosto è diventata teatro di una manifestazione di estrema destra che si è trasformata in una vera e propria caccia allo straniero seguita da violenti scontri tra nuovi militanti neonazisti e un contro corteo anti-fascista. Inizialmente il corteo era stato indetto dopo la morte di un cittadino tedesco di 35 anni durante una lite con un siriano e un iracheno esplosa nel corso di un festival musicale nella cittadina. Dopo l'aggressione quasi un migliaio di persone hanno sfilato al grido «Il popolo siamo noi». La manifestazione xenofoba ha trovato sostegno nelle parole del deputato di Alternative für Deutschland, Markus Frohnmaier, che ha twittato: «Se lo Stato non può più proteggere i suoi cittadini, i cittadini vanno in strada a proteggere se stessi. Molto facile».

LA RIMOZIONE DEL CAPO DEI SERVIZI SEGRETI

Sempre dopo i fatti di Chemnitz, il capo dei Servizi segreti tedeschi, Hans-Georg Maassen, è stato rimosso dal suo incarico per diventare segretario di Stato al ministero dell'Interno. Dietro la decisione del governo la risposta di Maassen agli scontri: il nunero uno dei Servizi aveva detto di dubitare che l'intento degli estremisti fosse quello di prendere di mira gli extracomunitari ed era stato quindi accusato di minimizzare la gravità dell'accaduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso