News Siria Guerra Assad
Mondo
15 Ottobre Ott 2018 1140 15 ottobre 2018

I 106 attacchi chimici in Siria che avvicinano Assad alla vittoria

Damasco, Aleppo, Hama. La Bbc ha raccolto i dati sui bombardamenti militari e civili con gas nervino sferrati a partire dal 2014 dal presidente, che ha commesso crimini di guerra. I ribelli in ritirata.

  • ...

Dal 2014 a oggi in Siria sarebbero stati sferrati più di 106 attacchi chimici. È un’inchiesta della Bbc a dirlo. Il giornale inglese ha sottolineato come, dopo sette anni di cruenta guerra civile con oltre 350 mila morti, il presidente Bashar al-Assad sia vicino alla vittoria contro le forze di liberazione del Paese.

Secondo la Bbc, l’uso di armi chimiche è stato molto diffuso, nonostante Assad avesse ratificato una Convenzione dove rifiutava l’uso di bombardamenti tossici. Una delle zone più colpite è stata la periferia di Damasco, bombardata con forti quantità di gas nervino Sarin e che ha ucciso centinaia di persone. Il presidente siriano, dopo i primi bombardamenti vicino la capitale, aveva accusato l’opposizione di aver compiuto l'attacco chimico, ma il quotidiano inglese ha confermato che il crimine ebbe mano governativa. A seguito di quel terribile bombardamento, gli Stati Uniti sferrarono un’azione militare, ma desistettero quando la Russia disse di aver persuaso l'alleato Assad ad eliminare l'arsenale chimico. Tuttavia, nonostante la distruzione di 1.300 tonnellate di armi chimiche dichiarate, avvenuta sotto lo sguardo dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche e delle Nazioni unite, i bombardamenti tossici in Siria sono continuati.

Tute di protezione contro i gas tossici lanciati in Siria.

LE BUGIE DI ASSAD E I RIPETUTI ATTACCHI CHIMICI

Assad ha sempre negato, ma secondo l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche, tra il settembre 2013 e l'aprile 2018 ci sono stati almeno 37 bombardamenti con gas Sarin a scopi ostili, sia verso il nemico sia verso la popolazione civile. Inoltre, secondo la commissione di inchiesta indipendente del Consiglio per i Diritti umani dell'Onu sulla Siria assieme ad altre organizzazioni internazionali, il dittatore siriano avrebbe colpito altre 18 volte.

LE CITTÀ PIÙ COLPITE: KHAN SHAYKHUN, HAMA E ALEPPO

La maggior parte degli attacchi, secondo il reportage della Bbc, sono avvenuti nella cittadina di Khan Shaykhun, nella provincia di Idlib, con più di 80 persone morte. Anche le città di Hama e di Aleppo, contese dalle due forze siriane in lotta, sono state ripetutamente bombardate con gas tossici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso