Trump Giustizia William Barr Heather Nauert
Mondo
7 Dicembre Dic 2018 1556 07 dicembre 2018

Trump ha annunciato un nuovo giro di nomine

Il presidente ha annunciato il nome del nuovo ministro della giustizia, William Barr e dell'ambasciatrice all'Onu che sostituirà Nikki Haley. Si tratta della portavoce del dipartimento di Stato Heather Nauert.

  • ...

Il successore di Jeff Sessions avrà presto un nome. Donald Trump ha deciso di nominare William Barr come nuovo , il ministro della Giustizia. Per Barr si tratta a tutti gli effetti di un ritorno. L'avvocato 68enne ha infatti svolto lo stesso ruolo durante l'amministrazione di George H.W. Bush, recentemente scomparso, tra il 1991 e 1993.

TRUMP: «BARR È UN UOMO BRILLANTE»

«Bill Barr è uno dei più rispettati giuristi nel nostro paese, un avvocato altamente rispettato, e un uomo brillante», ha detto Trump parlando con i giornalisti nel giardino della Casa Bianca. «È una scelta rispettata da democratici e repubblicani, penso che il processo di nomina procederà speditamente», ha precisato, sottolineando che quella di Barr era la sua «prima scelta dal primo giorno». Barr negli ultimi mesi ha criticato diversi aspetti dell'indagine sul Russiagate e ha difeso molte delle azioni di Trump, incluso il licenziamento dell'ex direttore dell'Fbi James Comey. Se verrà confermato, l'avvocato sostituirà il ministro Jeff Sessions, silurato il mese scorso dal presidente, e sostituito ad interim dal controverso Matthew Whitaker.

NAUERT VERSO L'ONU

Quella di Barr non sarebbe però l'unica novità. Il tycoon dovrebbe infatti nominare la portavoce del dipartimento di Stato Heather Nauert al posto della dimissionaria Nikki Haley come ambasciatore Usa all'Onu. Il nome di Nauert era uscito già nel corso della giornata da Fox News. La portavoce, infatti, prima di lavorare nell'amministrazione, era stata una giornalista del network. La nomina della nuova ambasciatrice, che nel frattempo è stata insignita del ruolo di sottosegretario al dipartimento di Stato per la diplomazia pubblica e gli affari pubblici, dovrà passare per la conferma del Senato, ma dato che repubblicani controllano la Camera alta non dovrebbero esserci problemi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso