Marinaio Gay Bacia Marito Times Square Foto
Mondo
31 Dicembre Dic 2018 1510 31 dicembre 2018

La foto del marinaio gay che bacia il marito come V-J Day in Times Square

L'immagine replica il celebre scatto di Alfred Eisenstaedt, icona della fine della Seconda guerra mondiale. Alle polemiche la coppia protagonista ha risposto così: «Rispettiamo chi ha una vita diversa».

  • ...

La fotografia di Alfred Eisenstaedt V-J Day in Times Square, quella del marinaio americano che bacia una ragazza a Times Square, è uno dei simboli della fine della Seconda guerra mondiale. Ma oggi, sui social network, sta circolando un'immagine apparentemente identica, se non fosse che si tratta di una coppia gay. Abbastanza da provocare qualche polemica, ma anche tanti apprezzamenti.

A sinistra il bacio tra Woodington e suo marito. A destra lo scatto originale di Alfred Eisenstaedt.

La foto è stata scattata nel 1945 a New York, in occasione del "Victory over Japan Day", poche ore dopo l'annuncio della resa di Tokyo che aveva posto fine al conflitto per gli Stati Uniti. Il marinaio immortalato, che aveva un appuntamento a Times Square, decise di festeggiare baciando l'infermiera più vicina. O almeno così racconta la leggenda. Settantatré anni dopo il marinaio Bryan Woodington, 33 anni, è rientrato a casa per le vacanze, in Florida, dopo sette mesi di stanza nel Golfo Persico e in Europa. Ad attenderlo c'era il marito Kenneth, con cui ha deciso di ricreare l'iconica immagine. Dopo qualche messaggio di protesta, la coppia non si è scomposta. Spiegando di essere stata educata «a trattare con gentilezza e rispetto le persone che hanno una vita diversa». Dopo questa frase, i due ragazzi hanno conquistato il sostegno dell'opinione pubblica in diverse parti del mondo.

IL RESTROSCENA DELLA FOTOGRAFIA ORIGINALE

La donna baciata nello scatto originale di Eisenstaedt si chiamava Greta Zimmer Friedman e faceva l’infermiera presso un dentista di Times Square. È morta nel 2016 all'età di 92 anni. Il marinaio, invece, si chiamava George Mendonsa. I due non si conoscevano, ma si incontrarono durante la festa in strada per la fine della guerra. «Non fu proprio un bacio», ha rivelato la Friedman in un'intervista del 2005, «non fu una cosa romantica ma solo un modo per ringraziare Iddio che la guerra fosse finita. Quell'uomo era molto forte. Io non lo stavo baciando. Fu lui a baciare me».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso