Gilet gialli non incontreranno governo
La protesta dei gilet gialli
Gilet Gialli Donne Macron

Gilet gialli: contro Macron scendono in piazza le donne

Dopo l'ottavo sabato di scontri in Francia, la protesta si tinge di rosa. Manifestazioni pacifiche in tutto il Paese. Brigitte Bardot: «Capisco la loro rabbia».

  • ...

Centinaia di donne in gilet giallo si sono riunite per la prima volta in diverse città francesi, all'indomani dell'8/o appuntamento della violenta protesta sociale, reclamando tutto il loro malessere per la politica del governo ma sottolineando il carattere pacifico della loro iniziativa. Molte donne avevano il berretto frigio in testa, quasi tutte impugnavano palloncini gialli.

Alla Bastiglia hanno attraversato la piazza fermando il traffico e cantando poi la Marsigliese in piedi sui gradini dell'Opera Bastille. Si sono poi dirette verso place de la Republique, come era indicato nella pagina Facebook delle "donne gilet gialli". A Tolosa, nel sud-ovest, le manifestanti hanno sfilato in 300 dietro lo striscione «precarie, discriminate, arrabbiate, donne in prima linea». E cantando «Macron sei finito, le ragazze sono piazza». Analoga manifestazione, pacifica al contrario degli scontri di ieri, si è svolta in Normandia, a Caen.

L'ENDORSEMENT DI BRIGITTE BARDOT

«Comprendo quello che vivono, la loro rabbia quotidiana»: Brigitte Bardot spiega, in un'intervista al quotidiano Midi Libre, perché - come da lei stessa annunciato fin dal mese di novembre - è dalla parte dei gilet gialli e della loro protesta. L'attrice, animalista convinta e simpatizzante di estrema destra, aggiunge: «Quando vedo i milioni usati per cose di un'incredibile futilità, quando vedo i viaggi dei politici in aereo privato, le macchine, gli autisti...tutto questo denaro speso è insopportabile. Che lo si dia a gente che non ha più un centesimo».

6 Gennaio Gen 2019 1544 06 gennaio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso