Gilet gialli non incontreranno governo
La protesta dei gilet gialli
Gilet Gialli Maio Drouet
Mondo
10 Gennaio Gen 2019 1927 10 gennaio 2019

Il gilet giallo Drouet cambia idea e scarica Di Maio

A 24 ore dall'intervista con cui apriva a un incontro col pentastellato, il "falco" del movimento francese chiude la porta: «Rifiutiamo ogni tipo di aiuto politico».

  • ...

Eric Drouet cambia idea. Dopo l'intervista rilasciata il 9 gennaio all'Ansa, in cui aveva ringraziato il vice premier italiano Luigi Di Maio per l'appoggio e aveva definito un incontro a Roma assolutamente fattibile, il 10 gennaio il "falco" dei gilet gialli ha scritto su Facebook un post di tenore completamente opposto: «Signor Luigi Di Maio, i gilet gialli hanno cominciato un movimento apolitico dall'inizio, senza questo non sarebbe oggi ciò che è divenuto. Rifiuteremo ogni aiuto politico, a prescindere da dove provenga! Rifiutiamo quindi il suo aiuto. Abbiamo cominciato da soli e finiremo da soli. I gilets jaunes».

Il post di Eric Drouet.

POCO PRIMA DI MAIO AVEVA PARLATO DI UN INCONTRO CON DROUET

In precedenza, proprio Di Maio aveva chiarito così il legame tra Movimento 5 stelle e gilet gialli: «Le persone con le quali stiamo parlando non sono i violenti. Il movimento [dei gilet janues] si sta opponendo a uno che si era finto anti-establishment e poi ha fatto peggio dell'establishment», ha aggiunto, con riferimento al presidente francese Emmanuel Macron. Di Maio, quindi, aveva annunciato un incontro - tra la settimana prossima e quella successiva - proprio con Drouet. «Sto creando un gruppo parlamentare a livello europeo alternativo a destra e sinistra e sto coinvolgendo tutti quei movimenti che credono nella democrazia diretta. Quelli che hanno fatto violenze sono stati arrestati, noi non stiamo parlando con questi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso