Attentato Hotel Dusit Kenya 3

Cosa sappiamo dell'attacco a Nairobi

Gli al Shabaab assaltano un hotel di lusso della capitale del Kenya. Ci sono 21 morti. Il presidente: «Uccisi tutti gli assalitori». Video e foto. 

  • ...

Sono 21 le persone morte nell'attacco al compound di un hotel di lusso di Nairobi, il Dusit, sferrato nel pomeriggio del 16 gennaio, rivendicato dai terroristi di Al Shabaab. Alle vittime annunciate dal presidente keniano Uhuru Kenyatta vanno aggiunti i membri del commando terroristico, uccisi dalle forze di sicurezza. Il presidente keniano ha precisato che l'operazione per mettere in sicurezza l'area si è protratta per tutta la notte e che ci sono stati scontri a fuoco fino all'alba. Ferito nella notte anche un agente delle squadre speciali. «Le forze di sicurezza keniane hanno ucciso tutti gli estremisti islamici che hanno assaltato l'albergo di Nairobi e l'area commerciale circostante strappando 14 vite innocenti», ha detto il presidente parlando ai giornalisti per annunciare la conclusione dell'operazione. La conferenza stampa è stata trasmessa in diretta dalle televisioni locali, tra cui la Ktn. Kenyatta non ha precisato quanti fossero gli aggressori. Gli estremisti somali di Al Shabaab hanno rivendicato l'attacco.

OSTAGGI AL'INTERNO DELL'ALBERGO

Secondo una prima ricostruzione, il gruppo armato, composto da almeno quattro persone, è arrivato su un veicolo indossando giubbotti anti-proiettile. «Diversi ostaggi vengono tenuti nell'hotel Dusit e stiamo aspettando i rinforzi», ha riferito un agente di sicurezza alla stampa locale. «Siamo sotto attacco», ha riferito al telefono a Reuters una persona che si trovava in un ufficio all'interno del complesso, poi ha riattaccato. L'area è stata isolata, e le forze di sicurezza stanno evacuando i civili. Sono state mobilitate anche teste di cuoio anti-terrorismo. Alle operazioni hanno partecipato anche ufficiali della sicurezza degli Usa e della Gran Bretagna.

L'UNITÀ DI CRISI DELLA FARNESINA AL LAVORO

L'unità di crisi della Farnesina e l'ambasciata d'Italia a Nairobi sono al lavoro sin dal primo momento per verificare l'eventuale presenza di connazionali sul posto e prestare ogni necessaria assistenza.

La mappa di Nairobi e il DusitD2, vicino al parco Riverside.

LA DIRETTA VIDEO

IL KENYA E GLI ATTACCHI DI AL SHABAAB

Il Kenya da quando, nell'ottobre 2011, ha inviato il suo esercito in Somalia per combattere al Shabaab, gruppo legato ad al Qaeda, è nel mirino. L'attentato di martedì 15 gennaio richiama alla memoria quello al Westgate Mall, sempre a Nairobi, nel 2013, quando terroristi fecero irruzione in un centro commerciale di lusso lanciando bombe a mano e avviando un'azione durata giorni che costò la vita a 67 persone.

Il 2 aprile 2015, invece, un altro attacco di al Shabaab uccise 148 persone all'Università di Garissa, nella parte orientale del Paese. Nel 2017 i terroristi attaccarono una base dell'esercito kenyota in Somalia, uccidendo - dichiararono - 57 soldati. Bilancio che venne poi smentito da Nairobi.

Aggiornato il 16 gennaio 2019 15 Gennaio Gen 2019 1451 15 gennaio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso