Xi Jinping Visita In Italia Presidente Mattarella

Mattarella si fa garante dell'accordo con la Cina di Xi Jinping

Il presidente della Repubblica spiega ai media cinesi che la partnership con Pechino sarà basata su trasparenza, sostenibilità e sicurezza degli investimenti.

  • ...

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si fa garante dell'accordo con la Cina di Xi Jinping sulla Nuova via della Seta e della nuova partnership con Pechino e accoglie la visita del presidente cinese in Italia con una intervista su diversi media cinesi tra cui il Quotidiano del Popolo, CCTV, Radio Cina Internazionale, Quotidiano Guangming e l'Agenzia Nuova Cina. Auspichiamo, ha dichiarato il Capo dello Stato ai media cinesi, che con la visita del presidente Xi Jinping «possano scaturire intese, idee, progetti, nei quali il partenariato italo-cinese possa ulteriormente svilupparsi, anche a più generale beneficio della collaborazione tra Europa ed Asia, che necessita di un volume, sempre maggiore, di investimenti sostenibili in infrastrutture, per assicurare un futuro di benessere e di pace per le tutte le popolazioni dei due continenti».

SERVE UN CONTESTO ECONOMICO PIÚ APERTO E TRASPARENTE

«L'intensificazione dei nostri rapporti economici deve passare attraverso la creazione di un contesto quanto più aperto e trasparente possibile; in cui i soggetti economici dei due Paesi possano agire in maniera equivalente, reciprocamente libera ed equilibrata, con la rimozione di barriere, che ancora si frappongono ai flussi commerciali», ha detto Mattarella.

PRINCIPI DI SOSTENIBILITÀ SOCIALE ECONOMICA AMBIENTALE

«L'Italia è impegnata, assieme ai suoi partner europei e internazionali, a dialogare con la Cina, per permettere alle imprese delle due parti di operare in maniera equa; e di favorire l'accesso ai rispettivi mercati, tutelando in particolare la sicurezza degli investimenti e la proprietà intellettuale, nonché i principi e standard, irrinunciabili, relativi alla sostenibilità degli interventi sotto il profilo sociale, economico e ambientale».

NUOVA VIA DELLA SETA È FATTA ANCHE DI SCAMBI CULTURALI

«La partecipazione italiana alla creazione della cosiddetta "Nuova Via della Seta e della conoscenza"», ha aggiunto il presidente della Repubblica, «assume quindi significato, e importanza, anche sul piano culturale e su quello delle relazioni tra persone, lungo cui viaggiano progetti culturali, idee, scambi di conoscenze, nuove opportunità, scientifiche, tecnologiche e della contemporaneità: sempre più turisti cinesi visitano il nostro Paese, sempre più giovani italiani studiano in Cina e cinesi in Italia, si moltiplicano gli accordi tra Università dei due Paesi per progetti di ricerca congiunti e scambi accademici, così da rendere davvero la Nuova Via della Seta anche una Nuova Via della Conoscenza». .

21 Marzo Mar 2019 0934 21 marzo 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso