Al Sisi Egitto Riforme

Ok del parlamento egiziano ad al Sisi presidente fino al 2030

Approvate le modifiche costituzionali che potrebbero consentire al capo di Stato di rimanere in carica per un altro decennio. Ora il referendum (dall'esito scontato).

  • ...

Il parlamento egiziano ha approvato le modifiche costituzionali che potrebbero consentire al presidente Abdel Fattah al-Sisi di restare in carica fino al 2030.

L'approvazione della riforma costituzionale viene segnalata da media egiziani tra cui il sito del quotidiano Shorouk. Per essere varate, le riforme odierne devono essere approvate da un referendum, il cui esito positivo è comunque scontato dato che praticamente non c'è quorum e per renderlo valido basta la partecipazione del 5% degli aventi diritto, segnalano osservatori politici al Cairo.

REFERENDUM IN AGENDA DAL 22 AL 24 APRILE

L'elaborazione delle riforme ha portato a ridurre di quattro anni il prolungamento del mandato di Sisi, previsto da prime bozze fino al 2034. Come emerge da un rapporto della Commissione legislativa, che sintetizza il senso delle modifiche costituzionali e che è stato pubblicato dal sito Youm-7, un prolungamento del mandato presidenziale da quattro a sei anni viene applicato al «presidente attuale» conferendogli inoltre «il diritto di presentare una propria candidatura per un solo altro mandato». Quello di Sisi, rieletto per la seconda volta l'anno scorso, scade nel 2022 ma la riforma lo prolunga al 2024 e poi al 2030 grazie a un'eventuale terza elezione per altri sei anni. Sono stati approvati anche emendamenti che assegnano un 25% dei seggi del parlamento a donne e che reintroducono la figura del vicepresidente. Il referendum è in agenda dal 22 al 24 aprile e sono chiamati al voto circa 55 milioni di egiziani (quelli all'estero è previsto che votino già sabato 20 e domenica 21 aprile), come spiega al-Ahram, il principale quotidiano egiziano.

16 Aprile Apr 2019 1732 16 aprile 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso