110406185413
Giustizia
6 Aprile Apr 2011 1717 06 aprile 2011

Silvia, la papi giornalista

Chi è Trevaini: da miss Studio Aperto al Rubygate.

  • ...
Silvia Trevaini, la giornalista di Studio Aperto coinvolta nel Rubygate.

Da mesi ne seguiamo intontiti le vicende e gli umori, convinti che tutto finisca nell'adorazione del capo, e invece no. Ci sono le feste, le cene, i viaggi e i bunga bunga, ma ci sono soprattutto i soldi, gli incarichi e le prebende.
Il processo show del Rubygate è iniziato il 6 aprile, e dall'ennesima nuova ondata di intercettazioni finite sui giornali non si sa bene come e perchè, visto che il presidente del Consiglio non potrebbe essere intercettato, emergono nuovi particolari sui soldi e i favori che Silvio Berlusconi avrebbe concesso alle sue giovani amiche.
Questa volta al centro della scena c'è Silvia Trevaini, 28 anni, brianzola d'origine e milanese d'adozione, giornalista professionista a Studio Aperto, il telegiornale di Italia1. La bella e affascinante Trevaini sarebbe, secondo la indagini effettuate dalla procura di Milano, una delle frequentatrici delle feste arcoriane. Nella notte tra il 27 e il 28 febbraio, infatti, il suo telefonino è stato agganciato alla cella di Arcore. Non solo.
BONIFICI PER OLTRE 400 MILA EURO. Secondo quanto riportato dal quotidiano la Repubblica, Trevaini avrebbe ricevuto dal premier un'ingente somma di denaro: «Dall'analisi dei conti correnti presso la banca Monte Paschi Siena intestati a Silvio Berlusconi e al ragionier Giuseppe Spinelli nell'anno 2009 emergono quattro operazioni per un totale di 440 mila euro a favore della giovane giornalista», scrive il giornale diretto da Ezio Mauro. E sempre nel 2009, altri tre generosi bonfici «con causale 'prestito infruttifero'» le permettono di ricevere altri 80 mila euro.
Trevaini compare nell’elenco dei testimoni depositato nei giorni scorsi dalla Procura e sarà chiamata in aula per deporre sulla sua partecipazione alle feste ad Arcore e sul denaro ricevuto dal conto di Giuseppe Spinelli, tesoriere di Berlusconi.

Da Miss Muretto alle elezioni Europee

Ma da dove salta fuori la bella Silvia? Qualche blogger si è divertito a prendere in giro il suo accento: «portatrice sana di 'e' aperte» e pure qualche di lei memorabile servizio, come quello sui contenuti speciali del dvd di Ratatouille.
In realtà, la giovane Trevaini, i meriti se li è conquistati sul campo ben prima di avere la fortuna, o la rogna, di conoscere il premier.
Prima di partecipare, nel 2005, al concorso di bellezza Ragazza del muretto di Alassio arrivando in finale, Trevaini ha fatto la cubista e la ragazza immagine, è stata valletta nel programma Viver meglio su Rete4, stagione 2005/2006, ed è poi finita a Studio Aperto con un contratto a tempo determinato come giornalista praticante. Tutto, ovviamente, senza tralasciare l'aspirazione comune a tutte le papi girl: la politica.
A Silvia però è andata peggio di Nicole Minetti, eletta nel consiglio regionale della Lombardia nel 2010.
CANDIDATA NEL 2009. Trevaini non ce l'ha fatta nonostante il suo nome fosse in lizza per entrare nel listino bloccato della Lombardia. I titoli di giornale sul ritorno della papi girls candidate, infatti, fecero desistere il premier dalla tentazione di rimpire le liste con i nomi della sue preferite. Non tutti ovviamente. Quello di Silvia però rimase fuori. Ci aveva già provato nel 2009, la dolce Trevaini, a entrare in (un) Parlamento. Dopo aver partecipato all'ormai noto seminario politico di via dell'Umiltà, quello che spinse l'ex first lady Veronica Lario a scrivere del «ciarpame senza pudore», Trevaini fu candidata alle elezioni Europee del 2009, ma non venne eletta. Poco male, se non va con la politica, c'è sempre il giornalismo.
Il 23 febbraio 2010, durante la trasmissione al Petit journal di Canal Plus, un giornalista francese parla dei segreti di Berlusconi per vincere le elezioni regionali. E nel video c'è anche Silvia Trevaini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso