110508093115
IL CONTROLLO
4 Giugno Giu 2012 1545 04 giugno 2012

Pakistan, armi illegali: diplomatici Usa fermati

A Peshawar trattenute sei persone (tre americani): scoppia il caso.

  • ...
Un attentato a Peshawar, in Pakistan.

Sei persone, fra cui tre cittadini americani, sono stati fermati il 4 giugno durante un controllo al casello dell'autostrada verso la città pachistana di Peshawar perché trovati in possesso di un quantitativo di armi considerato illegale.
Lo ha riferito la DawnNews Tv.
Nell'ispezione dell'auto sono stati rinvenuti quattro fucili d'assalto M4, usati nell'attuale conflitto in Afghanistan, altrettante pistole e un grande quantitativo di munizioni.
NODO IMMUNITÀ DIPLOMATICA. Il console generale statunitense a Peshawar, Mary Richard, si è recata immediatamente nel commissariato di polizia dove il gruppo è stato portato, sostenendo che le armi potevano essere sequestrate, ma gli americani non potevano essere fermati perché «coperti da immunità diplomatica».
Gli altri tre fermati, si è appreso, sono un contractor addetto alla sicurezza e due autisti, tutti pachistani.
LEGGE PROVINCIALE CONTRO LE ARMI. La polizia della provincia di Khyber Pakhtunkhwa ha proceduto ai fermi in base a una legge provinciale che proibisce ai diplomatici stranieri di portare armi e di avventurarsi in zone proibite, se non muniti di una autorizzazione scritta.
Non è la prima volta che le autorità pachistane arrestano cittadini americani.
Il caso più clamoroso fu nel febbraio scorso quello di Raymond Davis, un agente della Cia che operava in incognito.
Fu arrestato dopo aver ucciso due cittadini pachistani, ma recuperò la libertà dopo aver indennizzato con una forte somma i famigliari delle vittime.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso