Maroni Lega Nord 120706142307
LA PRESENTAZIONE
6 Luglio Lug 2012 1201 06 luglio 2012

Maroni, ecco la Lega 2.0: «È un ritorno al futuro»

Il segretario annuncia i suoi vice: Caner, Marcanti e Stucchi.

  • ...
Il segretario della Lega Nord Roberto Maroni (secondo da sinistra) con i suoi tre vice: da sinistra Federico Caner, Elena Maccanti e Giacomo Stucchi.

Il paradosso è che la nuova Lega Nord 2.0 qualche problemino con internet ce l'ha.
Ma, scivoloni a parte, punta a rifarsi una faccia (e la verginità politica).
Il segretario federale Roberto Maroni l'ha presentata in una conferenza stampa in via Bellerio, la prima da quando è stato eletto domenica primo luglio.
Una struttura simile a quella dei vecchi partiti, ha sottolineato qualcuno. Lui ha sorriso rispondendo che è «come una volta era la Lega. La riorganizzazione è un ritorno al futuro».
NUOVO PORTALE PADANO. Di cosa si tratta? Bobo ha ammesso l'emozione e spiegato il progetto: un portale nuovo dove si integreranno radio, tivù e il giornale La Padania, ma anche una rinnovata struttura con un ufficio politico composto da dipartimenti e due consulte.
IL GIALLO SU BOSSI. E pazienza per qualche guaio tecnico: la foto di Umberto Bossi è ricomparsa sul sito del Carroccio: «È successo con la traslazione da una piattaforma a un'altra, una cosa tecnica, non politica. E l'ho fatta rimettere: non c'era motivo di toglierla. Bossi è il presidente della Lega. Il suo nome è scritto nello statuto».
Toppa, credibile o meno, messa, caso risolto.
CANER, MARCANTI E STUCCHI VICE. L'ex ministro, con un grosso cartellone alle spalle con il claim 'Prima il Nord' e a fianco l'immagine di Alberto da Giussano, ha presentato i suoi tre vice: Federico Caner, trevigiano classe 1973, sarà il vice vicario con il compito di costruire la scuola di formazione della Lega Nord; Elena Marcanti, torinese del 1971, assessore della Giunta Cota, sarà la coordinatrice degli enti locali, e infine il deputato bergamasco Giacomo Stucchi (1969) avrà la responsabilità dell'ufficio politico.
L'ufficio sarà composto da 11 dipartimenti e i nomi dei responsabili sono da annunciare lunedì 9 luglio al consiglio federale da Stucchi.
Previste poi due consulte, una dedicata agli amministratori locali e una a identità lingue e consulte mondiali, che saranno delle sorte di forum aperti ai contributi di tutti, non solo dei leghisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso