Ramat Shlomo 121217175218
IL PIANO
17 Dicembre Dic 2012 1540 17 dicembre 2012

Gerusalemme Est, 1.500 nuovi alloggi ebraici

Proteste palestinesi: «Sorgono anche su terre confiscate nei 70».

  • ...

Ramat Shlomo, quartiere ebraico di Gerusalemme Est.

Contesa tra due popoli, condizione indispensabile per la pace per Israele, Gerusalemme si appresta a diventare ancora più ebraica.
Il rione di Ramat Shlomo, nell'Est della città, è infatti destinato a estendersi con la costruzione di 1.500 alloggi.
Il via libera definitivo, ha affermato il sito web Walla, è giunto il 17 dicembre dalla Commissione per la progettazione e l'edilizia . Il progetto è stato annunciato tre anni fa, in coincidenza con la visita del vicepresidente Usa Joe Biden.
OPPOSIZIONI RESPINTE. La notizia è stata in seguito confermata dalla radio militare israeliana secondo cui la commissione ha respinto una serie di opposizioni alla estensione del rione di Ramat Shlomo.
Walla ha precisato che attualmente a Ramat Shlomo vi sono 2 mila alloggi per ebrei e che dunque il progetto ne raddoppia l'estensione. La maggiore opposizione, ha aggiunto il sito, è giunta dagli abitanti del vicino rione palestinese di Shuafat, secondo i quali Ramat Shlomo viene esteso, almeno in parte, su terre confiscate a palestinesi negli Anni 70.
PROTESTE INTERNAZIONALI. Due settimane prima dell'annuncio, il governo israeliano aveva destato un'ondata di proteste internazionali quando aveva rilanciato il progetto 'E - 1' che prevede la costruzione di 3 mila alloggi per ebrei nella zona compresa fra Gerusalemme Est e la città-colonia di Maaleh Adumim che domina la arteria strategica Gerusalemme-Gerico.
Da parte palestinese si è affermato che il progetto 'E - 1' rappresenta un cuneo che rischia potenzialmente di separare la Cisgiordania settentrionale da quella meridionale e che comporta «l'accerchiamento» dei rioni palestinesi di Gerusalemme Est con una catena di quartieri ebraici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso