Il ministero dell'Economia e delle Finanze in via XX Settembre a Roma.

Tasi, rinvio a settembre per Comuni in ritardo

Pagamento prima rata rimane al 16 giugno per le altre città

  • ...
Il ministero dell'Economia e delle Finanze in via XX Settembre a Roma.

Il governo ha deciso che, nei Comuni che entro il 23 maggio non dovessero aver deliberato le aliquote, la scadenza per il pagamento della prima rata della Tasi è prorogata da giugno a settembre.
Lo ha affermato una nota del ministero dell'Economia. Per tutti gli altri Comuni la scadenza per il pagamento della prima rata della Tasi resta il 16 giugno.
INCONTRO COI COMUNI. La decisione è stata presa in serata dal governo dopo un incontro tecnico con i Comuni. Si spera così anche di raffreddare la polemica politica. Alle scorse elezioni era l'Imu a tenere banco nei comizi, ora rischia di esserlo la Tasi.
In aprile il governo ha varato le modalità di applicazione della nuova imposta, ma ad oggi sono in pochi a sapere quanto devono pagare e questo perché solo poco più del 10% dei Comuni ha deliberato su aliquote ed eventuali detrazioni.
INCERTEZZA SOPRATTUTTO SULLE SECONDE CASE. La maggioranza dei contribuenti, in particolare i proprietari di seconde case, vive nell'incertezza, e per questo è stato deciso di prorogare la scadenza dei pagamenti. A giustificare le lentezze dei Comuni sono le elezioni comunali, che riguardano oltre 4 mila Municipi.
«Quei Consigli comunali», ha ricordato il presidente dell'Anci Piero Fassino, «ad aprile erano già sciolti e quindi impossibilitati a deliberare». Anche per questo la legge ha previsto che, in caso di mancata delibera sulle aliquote, i proprietari di prima casa possano pagare tutto entro il 31 dicembre 2014.
TEMPO FINO AL 23 MAGGIO PER LE DELIBERE. I Comuni hanno tempo fino a venerdì 23 maggio per le delibere: troppo poco. Inoltre ogni municipio può decidere le aliquote che vuole e declinare le svariate detrazioni a seconda di come intende calmierare l'imposizione tenendo conto dei diversi profili dei contribuenti.

19 Maggio Mag 2014 2105 19 maggio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso