Renzi Direzione Pd
Resa dei conti nel Pd
Graziano Delrio Matteo 140223222623

Cari renziani, un pizzico di umiltà e realismo prima di affondare

Delrio, il volto umano del Pd, prova a correggere il segretario. Ma tardo liberismo e securitarismo di Minniti sono superati. Aprite gli occhi: molti di sinistra non vi voteranno mai più e state sui maroni a tanti cittadini.

  • ...

Graziano Delrio, il volto umano del renzismo, prova sul Corriere della sera a correggere alcune posizioni del suo segretario. E lo fa con gli stessi argomenti che usa Matteo Renzi. Io sono allibito quando un renziano, umano o un po’ servente come l’ex seguace di Enrico Letta, l’onorevole Anna Ascani che ormai sembra una controfigura di Maria Elena Boschi, dice che gli altri parlano di schieramenti e loro di contenuti. O hanno la faccia tosta o sono incapaci di relazionarsi al mondo di fuori e non lo osservano.

LA SINISTRA È PIENA DI CONTENUTI. Piaccia o no, Romano Prodi ha scritto un libro di soli contenuti, a Milano Articolo 1 ha presentato un progetto concreto, sotto la guida di Vincenzo Visco, che dice cose serie all’Italia e sull’Italia, il governatore toscano Enrico Rossi, nell’intervista pubblicata da Castelvecchi, ha elencato le cose da fare. Renzi e i renziani dal volto umano non hanno letto o se hanno letto non vogliono e non sanno rispondere.

MINORANZA SEMPRE BISTRATTATA. Tutto ciò ricorda l’assemblea nazionale del Partito democratico, da cui scaturì la scissione, quando prese la parola, a nome delle minoranze, il solito elegante Guglielmo Epifani che pacatamente pose questioni e propose domande. Fu insultato da alcuni renziani di serie B mentre il capo assoluto abbandonava la riunione e senza rispondere alla minoranza (non si fa così in alcuna assise democratica) lasciava l’Italia.

Minniti sembra un ministro forte perché con una serie di annunci vellica l’umore del popolo moderato che crede che in Italia vi sia il 30% di immigrati e non il 2%

Vogliamo parlare di cose concrete? Io conosco Marco Minniti da quando eravamo comunisti e dalemiani entrambi. Lui molto più di me, era anzi un pasdaran mentre io con Massimo mi prendevo spesso a cazzotti. Ora Minniti sembra un ministro forte perché con una serie di annunci vellica l’umore del popolo moderato che crede che in Italia vi sia il 30% di immigrati e non il 2%, che pensa di doverli sbattere fuori neri, rom e arabi.

ASSURDA TROVATA DELL'INTERNO. Pensiamo all’ultima trovata che viene dal ministero dell'Interno: non accogliere le navi delle Ong nei nostri porti se non battono bandiera italiana. Minniti lo sa, non può farlo per due ragioni: perché il diritto internazionale ti obbliga alla solidarietà e le navi di affamati vanno accolte e perché queste navi battono bandiera di Paesi europei. Cacciamo gli europei o i capitani di navi europee.

Giuliano Pisapia.

Finché il renzismo, anche con i dalemiani acquisiti, continua a sperare nei voti di Maurizio Belpietro e Gianluigi Paragone non si risolvono i problemi. Peraltro va ricordato che la più grande sanatoria di clandestini la fece il governo di centrodestra. Quindi meno chiacchiere pre-elettorali e piantatevi a Bruxelles per risolvere il problema.

C'È UN'AREA CHE SI STA ALLARGANDO. Questo per dire che molta parte delle argomentazioni del buon Delrio sono, glielo dico con l’amicizia e la stima di sempre, aria fritta. Il tema è molto, molto più semplice. C’è una area della sinistra che si va allargando, lo vedrete alla manifestazione con Giuliano Pisapia del primo luglio, e che vuole costruire uno schieramento plurale. Anche io non vorrei tornare al tempo dell’Ulivo e personalmente penso che un po’ di opposizione alla sinistra possa fare bene. Ma io sono pazzo.

La ricreazione è finita. Avete avuto la delega dal vostro elettorato, ma non da altri. Anzi, per essere precisi l’elettorato vero appena vede Renzi lo boccia

Dicevo che questa area propone contenuti e non chiacchiere, offre un mondo largo anche territorialmente, e propone di correggere la politica economica del governo, e di fare cose assieme. Banalmente vuole discutere, alla fine di questo confronto, sul guidatore dell’autobus perché ciò che va bene a due milioni scarsi di piddini non va bene a molti, molti milioni di italiani.

DOPO LE EUROPEE 2014 IL NULLA. Un veto? No, è che più semplicemente non decidete voi. La ricreazione è finita. Avete avuto la delega dal vostro elettorato, ma non da altri elettorati. Anzi, per essere precisi l’elettorato vero, quello delle elezioni secondarie, appena vede Renzi lo boccia, si passi dal referendum del 4 dicembre 2016 a tutte le consultazioni dopo quelle Europee 2014 che galvanizzarono il giovanotto.

NON AVETE LA FORZA DI COMANDARE. Delrio decida: a tavola non può portare la minestra riscaldata del renzismo, del suo tardo liberismo, del securitarismo di Minniti. Servono pietanze nuove a chilometro zero, cioè italiane. Un politico serio parte sempre dalla realtà e la realtà vi dice, caro Graziano, che molti italiani di sinistra non vi voteranno mai più, che state sui maroni a tanti cittadini e che volete comandare quando non ne avete più la forza. Un pizzico di realismo e di umiltà prima di andare a fondo, te lo dico con affetto.

30 Giugno Giu 2017 1034 30 giugno 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso