Di Maio, presidenze non legate a governo
14 Marzo Mar 2018 1623 14 marzo 2018

Di Maio: «Nuovo governo? Saremo più rapidi della Germania»

Il leader M5s incontra i vertici di Confcommercio: «La partita del governo non si gioca sulla presidenza delle Camere». Poi dice: «Disinnescare subito l'aumento dell'Iva».

  • ...

«Oggi in Germania dopo circa sei mesi è stato formato il governo, credo che ci impiegheremo di meno rispetto a quei tempi». Parola dell'aspirante premier Luigi Di Maio, intervenuto a Milano nel corso di un incontro con Confcommercio. Sui presidenti delle Camere, ha chiarito Di Maio, «non c'è da giocare la partita del governo», con riferimento alle indiscrezioni che vedono tra i papabili il pentastellato Danilo Toninelli (Senato) e il leghista Giancarlo Giorgetti (Camera).

«MAI CHIESTO DI USCIRE DALL'UE». Il leader del Movimento 5 stelle si è poi detto soddisfatto delle «parole distensive» di Moscovici: «Mi fa piacere che un esponente della Commissione europea abbia detto che non è preoccupato, tutte le forze politiche sono chiamate ad atti di responsabilià». In merito ha aggiunto che «il Movimento non ha mai chiesto di uscire dall'Unione europea e non abbiamo mai detto che avremmo lasciato l'Italia nel caos e questa è la nostra linea anche dopo le elezioni».

«DISINNESCARE SUBITO L'AUMENTO DELL'IVA». Ha quindi rassicurato la platea, affermando che nel Def chiederà che «le clausole sull'aumento dell'Iva siano disinnescate subito e non rinviate per motivi tecnici». L'obiettivo, per Di Maio, è quello di «recuperare i soldi spesi male, prima di parlare di sforamento del deficit».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso