Elezioni a maggio? Colle, pure fantasie
Consultazioni per il governo
Mattarella Consultazioni Governo Quirinale
CAPTATIO MALEVOLENTIAE
14 Aprile Apr 2018 0900 14 aprile 2018

Governo, ci siamo infilati in un Vaffancul-de-sac

Il Pd rifiuta di appoggiare il M5s dopo i ripetuti insulti del passato. L'ego Nord di Salvini lo spinge a voler fare il premier. Ora tocca a Mattarella, Colle buone o Colle cattive. Il meglio del peggio della settimana.

  • ...

Il meglio del peggio della settimana del 14 aprile 2018.

VAFFANCUL-DE-SAC. I cinque stelle hanno chiesto sia al Partito democratico sia alla Lega di sostenere un governo Di Maio. Né i dem né gli esponenti del Carroccio, tuttavia, sembrano intenzionati ad accettare. Il Pd, soprattutto, ha ripudiato la possibilità di appoggiare quella parte politica che negli ultimi cinque anni non gli ha risparmiato attacchi frontali a suon di “vaffa”. Il capo politico dei grillini, dunque, pare essersi infilato in un vicolo cieco...

LA CENA PER FARLI CONOSCERE.

L'EGO NORD. Nonostante i "forse", Matteo Salvini è stato perentorio: «Non faremo il governo con il Pd, ma con i cinque stelle, e comunque il premier sono io».

COLLE BUONE O COLLE CATTIVE. Al termine del secondo giro di consultazioni Mattarella ha detto: «Il confronto tra i partiti per dar vita in parlamento a una maggioranza che sostenga il governo non ha ancora fatto progressi. Attenderò alcuni giorni, poi interverrò io».

DERIVE GAUCHE. Il presidente francese Macron, nonostante l'estrazione politica spiccatamente dem, sta alzando un muro poliziesco anti-immigrati al confine delle Alpi; un po' come a dire che il problema non riguarda la Francia: è l'Italia a doversi arrangiare.

L’ASINISTRA. Chi sono «Hassad» o addirittura «Hassan», accusati di aver "gasato" il popolo siriano? Bisognerebbe chiederlo alla sinistra italiana che compatta si è precipitata a raccogliere l'invito lanciato da un blogger siriano che ha chiesto al mondo di mobilitarsi fotografandosi con la bocca e il naso coperti per protestare contro l'uso delle presunte armi chimiche a Douma. Dalla Littizzetto alla De Petris, la sinistra ha attaccato Assad su Twitter, ma sbagliando a scriverne il nome.

HO REGIONE IO. La maggioranza in Regione Lazio non c'è, ma il governatore Zingaretti si è detto determinato ad andare avanti: «Il Lazio può tornare a essere protagonista italiano dello sviluppo, a patto però che questo Consiglio possa produrre gli atti necessari. Io ce la metterò tutta, al di là delle mozioni di sfiducia, uno strumento legittimo di condizionamento».

NO MARTINA, NO PARTY. Nonostante le nubi renziane che si addensano sulla sua permanenza alla guida del Pd, Maurizio Martina non ha fatto passi indietro e ha rilanciato: «L’assemblea sarà chiamata a decidere se eleggere il segretario o portare il Pd al Congresso. Io credo che abbiamo bisogno di punti fermi e di ricostruzione».

LULA CALANTE. L’ex presidente brasiliano, Lula da Silva, alla fine si è arreso consegnandosi alla polizia federale. Portato in aereo a Curitiba, è stato trasferito nella sede della Soprintendenza dove deve iniziare a scontare la condanna a 12 anni per corruzione.

L'ex presidente brasiliano Lula.

ANSA

WHAT WOMAN WANT. Le donne del Pd in rivolta contro Martina: «Il partito è troppo maschilista». L'appello di oltre 400 donne tra parlamentari e iscritte che si è visto recapitare il segretario dei dem, parla chiaro: «M5s, Forza Italia e altri partiti sono più "rosa" di noi. Basta pluricandidature di poche donne e leggi elettorali regionali con doppia preferenza di genere».

TORNA A CASA, MESSI. Roma in festa dopo l’impresa in Champions league contro il Barcellona di Leo Messi, che è tornato a casa sconfitto e fuori dalla coppa.

LA NOTTE DEI TORTI VIVENTI. Buffon non ha mandato giù l’eliminazione della Juventus dalla Champions. Il rigore concesso al 93′ al Real Madrid ha mandato su tutte le furie il portiere che poi è stato anche espulso: «Non sto a sindacare ciò che ha visto l’arbitro. Era sicuramente un’azione dubbia. E un’azione dubbia al 93′, dopo che all’andata non ci è stato dato un rigore sacrosanto al 95′, non puoi avere il cinismo per distruggere una squadra che ha messo tutto in campo», ha detto Buffon a fine gara. «Ti ergi a protagonista per un tuo vezzo o perché non hai la personalità adatta. Un essere umano non può fischiare un’uscita di scena di una squadra dopo un episodio stradubbio: al posto del cuore hai un bidone della spazzatura».

SUVACQUEO. A Castel Volturno un uomo ha deciso di provare il suo nuovo suv in spiaggia. Ma l'auto, a causa di manovre sbagliate, è finita in mare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso