Boccia,politica non indebolisca economia
PRESA DI POSIZIONE
9 Giugno Giu 2018 1248 09 giugno 2018

Boccia: «Via le sanzioni alla Russia, ma di concerto con l'Europa»

Il presidente di Confindustria: «Andrebbero tolte, ma non possiamo fare le cose da soli, fuori dal club». E sul governo dice: «Evitare una continua campagna elettorale, si cominci a lavorare nell'interesse del Paese»

  • ...

Le sanzioni alla Russia «da un punto di vista economico andrebbero tolte perché siamo un Paese ad alta vocazione esportativa» ma, dice il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, «è evidente che tutto questo va fatto in una compagine europea. Non possiamo fare le cose da soli, fuori dal club». Boccia si è espresso anche sul tema dei dazi americani: «Il Governo deve difendere la posizione europea: questo ci dice che abbiamo bisogno di più Europa e non di meno Europa. Ai protezionismi degli altri noi possiamo e dobbiamo rispondere solo in chiave europea».

Quanto ai rapporti con il nuovo esecutivo, Boccia ha spiegato che è «nelle responsabilità delle parti sociali aprire un confronto con l'attuale classe dirigente che governa il Paese». «Siamo pronti, appena ci convocheranno, a proporre quelle che sono le nostre idee di politica economica», ha detto, «bisogna entrare nei fatti. Il governo è alla prova su scelte e priorità. Bisogna evitare una continua campagna elettorale, si cominci a lavorare nell'interesse del Paese. Ora Lega e M5s sono al governo: abbiamo bisogno di scelte coerenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso