Calenda Boccia
Politica
10 Giugno Giu 2018 1000 10 giugno 2018

E Calenda litigò su Twitter con Boccia

I due esponenti del Pd si sono scontrati attraverso i social sulla questione Ilva. «Francesco hai disturbi Disturbi della personalità». E lui replica: «Non fare il bullo con me perché non attacca».

  • ...

Dopo il ministro Fontana che blocca su Twitter la senatrice Cirinnà, il social fondato da Jack Dorsey è stato teatro di un nuovo scontro. Si tratta di quello tra i dem Carlo Calenda e Francesco Boccia. A scatenare i cinguettii furibondi dei due è stata la questione Ilva. L’ex ministro dell'Economia aveva sostenuto un piano di recupero per il polo industriale. Piano, che non era però andato giù alla sezione pugliese del Pd e in particolare a Michele Emiliano, presidente della Regione. Quando poi Boccia ha chiesto un confronto sul tema, Calenda è espoloso. «Disturbi della personalità di Francesco Boccia che vuole confronto con me su Ilva. Francesco sei del Pd! Devi chiederlo a Di Maio il confronto! Alle brutte Salvini. Falla finita. Di buffoni in giro ce ne sono già troppi. E Ilva è questione troppo seria per vs battaglie interne al Pd».

La replica di Boccia, rigorosamente via Twitter, non si è fatta attendere: «Trasparenza, si chiama trasparenza e non fare il bullo con me perché non attacca. Luigi Di Maio dovrà tenere aperta Ilva perché è giusto così. Ma nel Pd dobbiamo ripartire da una posizione unica e tu devi chiarire molte cose tra Taranto, Piombino e Bruxelles. A presto». Lite finita? Nemmeno per sogno dato che il twittarolo Calenda ha subito ribattuto: «Basta! mi sono stancato di polemiche pubbliche interne al Pd. Questa è l’ultima risposta che ti do. Su Ilva ho chiarito tutto fino all’esaurimento in ogni sede. Se vuoi altre risposte chiamami. Confronti li faccio con gli avversari. Quando finalmente ti iscriverai ai 5S ripassa».

Boccia, capogruppo Pd in commissione speciale alla Camera, aveva affermato a margine del convegno in corso all’Università di Bari sulla Web Taxation che «i pugliesi sono tutti stanchi delle inutili provocazioni dell’ex ministro Calenda. Chiederò nelle prossime ore a Martina di convocare una riunione del Pd su Ilva e su Tap. Il Pd dovrà essere unito su queste due partite fondamentali per la politica industriale italiana. Ma dobbiamo sgomberare i dubbi da ogni zona d’ombra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso