Borgonzoni Salvini Lega Di Maio
CAPTATIO MALEVOLENTIAE
7 Luglio Lug 2018 0900 07 luglio 2018

Borgonzoni che non legge e i conti della Lega bloccati

Dalla sottosegretaria alla Cultura che ammette di aver aperto l'ultimo libro tre anni fa alle indagini sui rimborsi spariti del Carroccio. Il meglio del peggio della settimana. 

  • ...

Il meglio del peggio della settimana.

Analfa-Lega

Quando le è stato domandato quale fosse stato l'ultimo libro letto, la sottosegretaria alla Cultura, Lucia Borgonzoni, ha risposto decisa: «Leggo poco. L'ultima cosa che ho riletto per svago è Il Castello di Kafka, tre anni fa. Ora che mi dedicherò alla cultura magari andrò più al cinema e a teatro».

Grana padana

La Corte di Cassazione ha accolto il ricorso della procura di Genova contro la Lega, stabilendo che ogni somma di denaro riferibile al partito guidato da Matteo Salvini deve essere sequestrata «ovunque venga rinvenuta» (quindi su conti bancari, libretti, depositi) fino a raggiungere 49 milioni di euro.

In medio stat virtus

Rocco Casalino è inciampato in una gaffe in chat: quando nella conversazione whatsapp della rappresentanza italiana a Bruxelles i giornalisti gli hanno chiesto un commento circa la proposta francese di “Hot Spot” lui... ha risposto con l'emoticon del dito medio.

Gastric Instict

«Da Pontida arriva solo amore, sono gli altri ad odiare, a rosicare, a esaurire le scorte di Maalox», ha dichiarato Matteo Salvini dal palco della storica manifestazione lombarda del Carroccio.

Sottrazione fatale

Ha intascato la tassa di soggiorno per quattro anni, dal 2014 al 2018, invece di versarla al Comune di Roma per un totale di 2 milioni di euro, somma che la procura di Roma ha provveduto a sequestrare a Cesare Paladino, padre della compagna del premier Giuseppe Conte.

Il gelo sopra Berlino

Il ministro dell'Interno tedesco (e leader della Csu), Horst Seehofer, ha minacciato di dimettersi dal governo di Angela Merkel dichiarando «insoddisfacenti» le proposte della Cancelliera sul tema della redistribuzione dei migranti in seguito a quanto emerso nel corso del Consiglio Ue della scorsa settimana a Bruxelles.

Non vi resta che piangere

Sull'affaire vitalizi, Luigi Di Maio tenta di spaventare gli ex parlamentari: «Ve li togliamo anche se piangete».

Prime, le italiane

«Bravissime, mi piacerebbe incontrarle e abbracciarle. Come tutti hanno capito il problema è la presenza di centinaia di migliaia di immigrati clandestini che non scappano dalla guerra e la guerra ce la portano in casa, non certo ragazze e ragazzi che, a prescindere dal colore della pelle, contribuiscono a far crescere il nostro Paese. Applausi ragazze!!!». Così in un post su Facebook Matteo Salvini si è complimentato con Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso, Raphaela Lukudo e Libania Grenot, le quattro ragazze di colore che hanno vinto la 4x400 ai Giochi del Mediterraneo.

Bravissime, mi piacerebbe incontrarle e abbracciarle. Come tutti hanno capito (tranne qualche “benpensante” e rosicone...

Geplaatst door Matteo Salvini op Maandag 2 juli 2018

The Gay After

Vittorio Feltri non ha usato mezzi termini: «Milano è un vivaio di finocchi. Non li chiamo gay, né omosessuali, ma froci o ricchioni».

Scherzi da Prato

Brutto scherzo, quello 'giocato' a Maria Elena Boschi: alcuni giovani dem, nel corso di una festa dell'Unità a Prato, hanno protestato per la sua presenza poiché «esponente di una sola visione del Pd: un partito che è stato punito per la sua autoreferenzialità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso