Vaccini Obbligatori Senatrice M5s Contro Rinvio
dissenso
3 Agosto Ago 2018 1822 03 agosto 2018

Vaccini, una senatrice del M5s ha votato contro il rinvio dell'obbligo

La scelta della biologa molecolare Elena Fattori, madre di un bambino che non è andato all'asilo nido perché per problemi di salute non si poteva vaccinare.

  • ...

La senatrice del M5s Elena Fattori ha votato in dissenso dal suo gruppo parlamentare sull'emendamento al decreto Milleproroghe che ha rimandato all'anno scolastico 2019-2020 l'obbligo vaccinale per iscrivere i figli all'asilo nido e alla scuola dell'infanzia. Fattori, biologa molecolare, dopo aver ricordato in Aula i bambini immunodepressi che secondo l'Istituto superiore di sanità rischiano «l'esclusione scolastica», ha concluso: «Rispetto la scelta del mio gruppo. Ma per storia personale, professionale e dolorosamente di madre non posso fare altro che dissociarmi ed esprimere un indignato voto contrario».

CIRCA 10 MILA BAMBINI ITALIANI NON SI POSSONO VACCINARE

Il 3 agosto il direttore del dipartimento Malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità, Gianni Rezza, ha spiegato che sono circa 10 mila i bambini italiani immunodepressi o con patologie che non possono essere vaccinati. Lo stop all'obbligo vaccinale per frequentare asili nido e scuole materne «mette a rischio soprattutto loro, per il pericolo che altri bambini non vaccinati possano divenire vettori di malattie per questa fascia più debole». Secondo Rezza, inoltre, rinviare di un anno l'obbligo di presentazione dei certificati vaccinali «è rischioso perché le coperture vaccinali in Italia non sono ancora sufficienti per metterci al riparo da nuove epidemie».

CHI È ELENA FATTORI

Elena Fattori milita nel Movimento 5 stelle dal 2010. Nel 2013 è stata eletta senatrice in Lazio per la prima volta e nel 2017 si è candidata alle primarie per il ruolo di premier, arrivando seconda alle spalle di Luigi Di Maio con 3.596 voti (9,6%). Alle elezioni politiche del 2018 è stata nuovamente eletta al Senato. Lo scorso luglio, in occasione della gravidanza della ministra della Salute Giulia Grillo, aveva scritto un post su Facebook in cui le augurava di poter vaccinare suo figlio come aveva dichiarato, «perché non sempre questa volontà si può adempiere».

Faccio i miei più sentiti auguri alla ministra Giulia Grillo che diventerà mamma ❣️. Le auguro anche di poter vaccinare...

Geplaatst door Elena Fattori op Donderdag 5 juli 2018

Poi aveva siegato: «Mio figlio Nicoló appena nato è stato ricoverato in terapia intensiva e, insieme a tanti bimbi fragili, almeno quelli che ce l’hanno fatta, è sopravvissuto alla sua prima infanzia grazie al fatto che non ha contratto malattie difficili. Non è andato al nido, non si poteva vaccinare, non sono stata libera di scegliere perché giravano malattie che dovrebbero essere scomparse e lui non ce l’avrebbe fatta. Le auguro anche che tutti quelli che firmano l’autocertificazione dichiarino il vero così potrà portare il suo bimbo al nido senza patemi d’animo. Con la preghiera di ricordarsi, quando darà i suoi pareri sulla legge che verrà, di tutti i bimbi fragili e di tutte le mamme silenziose che li osservano senza fare clamore come foglie appese a un albero quando tira vento forte».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso