Salvini Genitore Moduli Documenti
10 Agosto Ago 2018 1146 10 agosto 2018

Salvini toglie genitore 1 e genitore 2 dai moduli per i documenti

Il ministro ha raccontato a un giornale cattolico di aver fatto modificare il sito del Viminale, ripristinando "madre" e "padre" per la carta d'identità elettronica. Ma online si legge "genitori" o "tutore".

  • ...

Matteo Salvini paladino della «famiglia naturale». Il ministro dell'Interno, in un'intervista pubblicata il 9 agosto dal giornale cattolico online La Nuova Bussola Quotidiana, ha raccontato quali sono state le prime mosse burocratiche della sua personale crociata: «Mi è stato segnalato che sul sito del ministero dell'Interno, sui moduli per la carta d'identità elettronica, c'erano genitore 1 e genitore 2. Ho fatto subito modificare il sito ripristinando la definizione madre e padre. È un piccolo segnale, ma farò tutto quello che è possibile e che è previsto dalla Costituzione. Difenderemo la famiglia naturale fondata sull'unione tra un uomo e una donna». Mentre per quanto riguarda la trascrizione dei matrimoni gay, Salvini ha ricordato nell'intervista di aver chiesto un parere all'Avvocatura dello Stato, dando ai prefetti l'indicazione di fare ricorso: «La mia posizione è fermamente contraria».

TEMI SENSIBILI FUORI DAL CONTRATTO DI GOVERNO CON IL M5S

Salvini ha parlato anche dell'alleanza tra la Lega e il Movimento 5 stelle. Pur trattandosi di «movimenti diversi, storie diverse, culture diverse», il ministro ha detto di essere «pienamente soddisfatto». Su alcuni temi sensibili, tuttavia, «nel contratto di governo non c'è scritto nulla perché abbiamo posizioni diverse». La Lega «è per la libertà di educazione, per il diritto alla vita, per la difesa della famiglia naturale. Ma siccome i nostri alleati su questo non sempre la pensano come noi, accontentiamoci che non vengano fatti altri danni. In certi campi meglio non fare niente che fare danni. Nella suddivisione del governo abbiamo scelto il ministero della Famiglia e della disabilità; il ministero dell'Interno, che si occupa anche di discriminazioni e tematiche gender; e il ministero dell'Istruzione, per dare una chiara impronta alla libertà di educazione».

LE FAMIGLIE ARCOBALENO: «SALVINI LONTANO DALLA REALTÀ»

Dura la reazione delle famiglie Arcobaleno: «Salvini continua ad essere lontano dalla realtà. In Italia ci sono tantissime famiglie con figli che hanno due mamme o due papà, riconosciute da sentenze di tribunale. È una realtà sociale che deve essere riconosciuta anche dalla realtà amministrativa e burocratica. Inserire in un modulo vecchie diciture, quando gli uffici stanno dando dignità a tutte le realtà, è solo un'affermazione propagandistica e ideologica. Ed è imbarazzare commentare queste iniziative del ministro dell'Interno quando i nostri figli hanno ormai quasi 18 anni». Il ministro ha replicato: «Per la sinistra, difendere il concetto di mamma e papà significa essere "trogloditi". Allora sono orgoglioso di essere un troglodita!».

Il modulo per la carta d'identità elettronica tratto dal sito del Viminale.

Sul sito del Viminale, in ogni caso, i moduli per richiedere la carta d'identità elettronica per i figli minori non riportano la dicitura "padre" e "madre", bensì quella di "genitori" (senza numeri) e quella di "tutore". Probabilmente perché tornare alla vecchia dicitura è in contrasto con le leggi in vigore e con le tante sentenze che riconoscono la genitorialità di madri e padri dello stesso sesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso