rousseau hacker rogue0  casaleggio
Politica
6 Settembre Set 2018 0902 06 settembre 2018

Nuovo attacco hacker a Rousseau

Rogue_0 torna a bucare la piattaforma della Casaleggio. Pubblicata anche una lista di donatori. 

  • ...

A poche ore dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati, il codice della privacy che allinea la normativa del nostro Paese alle disposizioni europee GDPR, è partito un nuovo attacco alla piattaforma Rousseau. Il pirata informatico è sempre lui: Rogue_0, che aveva già bucato la piattaforma della Casaleggio ad agosto 2017. In un primo tweet, come scrive il debunker David Puente sul suo Blog, Rogue_0 pubblica quello che ha tutta l'aria di essere l'username dell’amministratore del database.

In un secondo tweet, l'hacker fa sapere di aver avuto accesso ad alcuni dati, alcuni dei quali probabilmente nuovi. E lo fa condividendo link, continua Puente, che rimandano alla piattaforma Privatebin.net, «dove sarebbero stati pubblicati alcuni dati relativi al database della piattaforma pentastellata».

Il contenuto su Privatebin.net riguarderebbe le tabelle presenti nel database della piattaforma. Due delle quali paiono essere relative a dati del 2018. «rsu_academy_proponi_corso» e «rsu_candidati_2018». Ma non finisce qui perché il secondo link condiviso riguarda la lista di alcune donazioni in favore di Rousseau con dati e importi in chiaro. «Se confermati questi dati, per i gestori della piattaforma non sarà una bella notizia», commenta Puente. «Oltre a dover rivedere la sicurezza dell'intera struttura, dovranno comunicare in tempi brevi al Garante e agli utenti coinvolti su quanto accaduto», scrive Puente sul suo blog. «@r0gue_0 pubblica quella che sostiene essere una lista recente di tabelle sul database di #Rousseau», scrive su Twitter Marco Canestrari, ex dipendente della Casaleggio e autore con Nicola Biondo di Supernova. «Ovviamente non possiamo avere la controprova, ma le tabelle rsu_academy_proponi_corso e rsu_candidati_2018 fanno sospettare che non stia bluffando».

Tra l'altro proprio il 6 settembre su Rousseau sono attive due vitazioni: la prima è per la scelta dei candidati che formeranno la lista del M5s per la Regione Abruzzo e per la Regione Sardegna, limitatamente alle Province di Sassari e Olbia-Tempio. Questo perché nella precedente votazione alcuni candidati erano presenti nella Provincia errata, pertanto il voto va ripetuto. La seconda riguarda il rinnovo di un membro del Collegio dei probiviri e vede come candidati Jacopo Berti, Antonella Laricchia ed Enrica Sabatini. Le votazioni sono regolarmente alle 10 del 6 settembre per terminare la sera alle 20,30,

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso