Seehofer Merkel Migranti Caso Germania Kikcl
Politica
13 Settembre Set 2018 1131 13 settembre 2018

Per Berlino l'accordo sui migranti con l'Italia è concluso

Lo assicura il ministro dell'Interno tedesco Horst Seehofer. A Vienna si apre la Conferenza dei ministri dell'interno dell'Ue. 

  • ...

L'accordo con l'Italia «è concluso». Lo ha ribadito il 13 settembre dal Bundestag il ministro dell'Interno tedesco Horst Seehofer. «Mancano le firme di due colleghi italiani e la mia», ha aggiunto a proposito dell'intesa sul respingimento dei migranti registrati in Italia e fermati al confine tedesco. Lunedì Seehofer aveva reso noto che per l'approvazione finale del testo mancava soltanto la firma di Matteo Salvini. Da parte sua, il titolare del Viminale si era detto pronto a firmare l'accordo sui respingimenti se «a saldo zero» per quanto riguardava il numero dei richiedenti asilo da riprendere e da affidare alla Germania, e aveva ventilato l'ipotesi di farlo venerdì a Vienna.

LE CONDIZIONI DELL'AUSTRIA

Austria intanto ha fatto sapere di voler mantenere i controlli alle frontiere interne finché la protezione dei confini esterni alle Ue non sarà «solo sulla carta ma anche di fatto». Lo ha detto il ministro degli Interni austriaco, Hebert Kickl, a margine della Conferenza dei ministri dell'interno dell'Ue che si apre il 13 settembre a Vienna. La sospensione dei controlli ai varchi di frontiera, entrata in vigore nel 2015, potrà essere messa in pratica solo quando i confini esterni saranno protetti con efficacia. L'introduzione dei controlli «è stata una precondizione per Schengen», ha aggiunto il ministro austriaco. Sempre giovedì in un'intervista il commissario europeo per la migrazione, Dimitris Avramopoulos, aveva esortato gli Stati membri a rimuovere i controlli alle frontiere per tornare al «normale funzionamento di Schengen».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso