Forza Italia Contro Corrente Interna Salvini
Politica
11 Ottobre Ott 2018 2045 11 ottobre 2018

Forza Italia contro la corrente interna che guarda a Salvini

Sospeso con effetto immediato il coordinatore regionale calabrese Pietro Spizzirri, che ha presentato alla Camera un simbolo «provocatorio».

  • ...

Nuova giornata di tensione in Forza Italia. Stavolta è la neonata corrente filoleghista "Forza Italia per Salvini" ad agitare le acque, nel giorno in cui l'ufficio di presidenza si è riunito per mettere a punto gli adempimenti statutari in vista della stagione congressuale, che si aprirà ufficialmente nei primi mesi del 2019 con l'elezione diretta dei responsabili comunali e provinciali. Una serie di appuntamenti che, secondo il vertice azzurro, si svolgerà nella forma «più aperta possibile» alla partecipazione della società civile.

"FORZA SALVINI" PRESENTATA A MONTECITORIO

Per il momento, però, a tener banco nel dibattito interno è la corrente organizzata dall'esponente calabrese Pietro Spizzirri. I primi malumori sono cominciati quest'estate, quando è stato reso noto il nome della corrente stessa. Adesso, però, c'è stato un salto di qualità, con la scelta di tenere una conferenza stampa a Montecitorio. A chiedere la sala, visto che "Forza Italia per Salvini" non conta (per il momento) alcun parlamentare tra i suoi aderenti, è stato Catello Vitiello, deputato eletto con il M5s, poi sospeso per essere massone e oggi iscritto al gruppo Misto. Più che una semplice conferenza stampa, però, l'iniziativa dei 'pro Lega' è sembrata un debutto ufficiale. Sugli schermi della sala, in bella mostra, il simbolo del partito. C'è sempre il tricolore, ma al posto della scritta tradizionale "Forza Italia", campeggia "Forza Salvini". Soltanto «una provocazione», si affretta a definirla Spizzirri, «per dire che la nostra gente vuole l'alleanza con il Carroccio. Siamo qui per far capire al presidente Berlusconi che il nostro popolo è stanco della confusione dei capoccia locali del partito e vuole stare con Salvini in questa rivoluzionaria azione di miglioramento del Paese. Nell'interesse di Berlusconi dobbiamo sostenere la Lega».

PUGNO DURO DEI VERTICI AZZURRI

Una richiesta che il partito azzurro non ha preso bene. A intervenire in via ufficiale è stato Gregorio Fontana, responsabile organizzativo di Forza Italia, che dopo poche ore ha annunciato la sospensione «in via immediata» di Spizzirri. Poche righe in cui Fontana ha motivato anche la decisione di chiamare in causa il collegio dei probiviri: «Nonostante l'invito a non utilizzare il simbolo di Forza Italia, il signor Spizzirri ha continuato ad assumere comportamenti inaccettabili. Con questo atto, secondo quanto previsto dallo Statuto, è aperto d'ufficio nei suoi confronti un provvedimento disciplinare». Al di là delle beghe interne, Forza Italia continua a picconare la manovra gialloverde. In una lunga nota concordata con il Cav, gli azzurri hanno lanciato un appello proprio alla Lega, invitandola a «cambiare strada» rispetto a un provvedimento che «mette in pericolo i risparmi degli italiani». E la deputata Mara Carfagna è passata al contrattacco, presentando le proposte del partito per il Sud: una vasta no tax area, agevolazioni di accesso al credito per piccole e medie imprese, infrastrutture e un assegno chiamato "io-lavoro", del valore di 800 euro mensili per 12 mensilità, a chi sia disoccupato da oltre 24 mesi e non abbia alcun sostegno. La misura, però, potrà essere riconosciuta solo se agganciata a percorsi di reinserimento nel mercato del lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso