Chi Ha Diritto Reddito Cittadinanza Siri Lega Aziende
Politica
3 Novembre Nov 2018 1650 03 novembre 2018

La Lega vuole dare il reddito di cittadinanza alle aziende formatrici

Il sottosegretario alle Infrastrutture Siri propone di non destinarlo direttamente ai vari beneficiari, bensì alle imprese: «Non creiamo una frattura tra il Nord e il Sud del Paese».

  • ...

Un'altra idea destinata a creare scintille nel governo gialloverde, dopo la tensione tornata in seguito alle parole del sottosegretario Giancarlo Giorgetti. È quella che ha avuto il sottosegretario leghista alle Infrastrutture Armando Siri sul reddito di cittadinanza: «Ho proposto che la dotazione anziché andare direttamente ai vari beneficiari vada a imprese e aziende che si facciano carico di formarle». Siri ha parlato al Giornale Radio Uno Rai, spiegando che sulla questione «non c'è un problema» nella maggioranza, «ma la cornice della misura va ancora definita». E a proposito dei rapporti col Movimento 5 stelle, l'esponente della Lega ha detto: «Non vedo perché non dovrebbe esserci la disponibilità» dei grillini «a creare un provvedimento che sia il più possibile condiviso e che non crei fratture nel Paese: è evidente che sul reddito di cittadinanza tout court, così come viene presentato, c'è una frattura tra il Nord e il Sud del Paese».

FORZA ITALIA: «INVESTIMENTI, NON ASSISTENZIALISMO»

Il problema però è che non si crei una frattura politica nell'esecutivo. Con le opposizioni pronte a soffiare sul fuoco, come ha fatto la capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, Mariastella Gelmini, su Twitter: «Dopo Giorgetti anche Siri azzoppa il reddito di cittadinanza targato @Mov5Stelle. Finalmente la @LegaSalvini si sta rendendo conto dei danni che farebbe al Paese una misura contro chi lavora e contro chi produce. Facciamo investimenti, non assistenzialismo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso