M5s Proposta Legge Scienza Rai
Politica
Aggiornato il 13 novembre 2018 8 Novembre Nov 2018 1938 08 novembre 2018

Il M5s ha presentato una proposta di legge sulla scienza in Rai

Il testo prevede di istituire un'apposita Commissione, nominata dal ministero dello Sviluppo, che decida quali sono le ricerche più importanti da divulgare. La rettifica del M5s: «L'obiettivo è selezionare i format».

  • ...

Come riportato dal quotidiano la Repubblica, il Movimento 5 stelle ha presentato una proposta di legge a firma del deputato Luigi Gallo, che prevede di istituire un'apposita Commissione incaricata di decidere quali sono le ricerche scientifiche più meritevoli di essere divulgate sui canali della Rai. I membri della Commissione verrebbero nominati dal ministero dello Sviluppo economico. La proposta prevede anche l’accesso libero e gratuito alle ricerche scientifiche attraverso Internet e le riviste elettroniche, dando agli scienziati stessi la possibilità di condividere online i propri lavori. Il testo è stato presentato poco dopo l'insediamemto del governo e consiste in un solo articol, che punta a modificare la legge 112/2013 in materia di accesso aperto all'informazione scientifica. Gallo, citato dal quotidiano diretto da Mario Calabresi, ha spiegato: «Questa proposta guarda al futuro e può rappresentare una vera rivoluzione. Oggi infatti il mercato dell’editoria scientifica è dominato da poche case editrici che detengono rilevanti quote di mercato. In sostanza si tratta di un oligopolio. Quello che noi vogliamo è maggiore fruibilità e facilità di accesso al sapere sceintifico». Le prime polemiche, tuttavia, non hanno tardato a manifestarsi e si concentrano (com'era prevedibile) sulla Rai: «Chi decide quale ricerca è più importante di un'altra e che questa deve essere divulgata e l'altra no?», si è domandata Simona Malpezzi, senatrice del Pd, «lo decide Luigi Di Maio?». Gallo ha ribattuto: «Non abbiamo nessuna necessità di far passare la legge così come è stata concepita. Siamo pronti alle modifiche durante l'iter di approvazione. Non sono affezionato allo strumento legislastivo, solo al raggiungimento degli obiettivi. Più informazione scientifica libera nel servizio pubblico televisivo».

LA RETTIFICA DEL M5S

L'Ufficio comunicazione della Camera del Movimento 5 stelle, il 13 novembre, ha chiesto a Lettera43.it di pubblicare la seguente rettifica:

«La proposta di legge, a prima firma del deputato Luigi Gallo, non mira, come riportato sia nel sottotitolo che nel testo dell’articolo, a "decidere quali sono le ricerche scientifiche più meritevoli di essere divulgate sui canali della Rai", bensì a selezionare le migliori forme di diffusione, allo scopo di potenziare la divulgazione scientifica sulle reti televisive pubbliche» (leggi anche: Scienza in Rai, Luigi Gallo scrive a Lettera43.it).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso