Rocco Casalino Video Down
Politica
8 Novembre Nov 2018 1041 08 novembre 2018

Il video di Rocco Casalino che insulta le persone down

Polemiche sul portavoce del presidente del Consiglio. Il giornalista Fedocci spiega: «Era la simulazione di un'intervista fatta con i miei studenti, stava provocando». L'ex gieffino: «Contro di me fango».

  • ...

È diventato un caso politico un vecchio video (qui alcuni casi precedenti) del portavoce della presidenza del Consiglio Rocco Casalino, che insulta anziani e persone down. Il filmato, che secondo quanto dichiarato dal portavoce è in realtà una performance attoriale, è stato ripubblicato da ArcadeTv7 e rilanciato sui social network, specialmente su Twitter. Nel video Casalino afferma che anziani, bambini e down lo «irritano» e gli «fanno schifo, come fa schifo un ragno». «Non ho nessuna voglia di relazionarmi a loro, non ho nessuna voglia di aiutarli, poveretti che gli è capitata 'sta cosa», dice l'ex concorrente del Grande Fratello, «è come a te che fa schifo il ragno, a me è così. Mi danno proprio fastidio. Mi dà imbarazzo. Non mi va di stare dietro ai vecchietti, ai bambini, ai down».

CASALINO: «IO INFANGATO DAI MEDIA»

Casalino si è difeso con un post sul Blog delle stelle: «Oggi la stampa italiana pubblica vere e proprie bufale sul mio conto, con il solo obiettivo di colpirmi, infangarmi e mettere in dubbio la mia professionalità. È stato pubblicato un video che risale ad oltre 10 anni fa, quando frequentavo il "Centro Teatro Attivo" di Milano». Le parole che si sentono nel video nei confronti di chi soffre della sindrome di Down, sostiene Casalino, «sono inserite in quel contesto e non rappresentano assolutamente il mio pensiero, né oggi né allora. In quel corso si sviluppava lo studio dei personaggi, li si interpretava, forzandone i caratteri in maniera anche paradossale e provocatoria. Non capirlo è un atto di assoluta malafede. Gli articoli pubblicati dal Giornale, dal Messaggero, dal Corriere della Sera sono vere e proprie bufale. Non hanno verificato nulla e hanno raccontato ai loro lettori assolute falsità lesive della mia persona. Già qualche anno fa è uscito fuori un altro spezzone di video in cui dicevo cose volutamente paradossali e già in quell'occasione avevo chiarito e spiegato. Continuerò a lavorare con serenità e procederò a querelare chi ha diffuso menzogne sul mio conto. Spero che chi continua a insultarmi chieda scusa».

I CHIARIMENTI DEL GIORNALISTA ENRICO FEDOCCI

A fare chiarezza sul video è intervenuto il giornalista Enrico Fedocci, che sempre su Twitter ha spiegato: «Era la simulazione di una intervista fatta con i miei studenti. Rocco stava provocando. Lo ha fatto per tutta l’intervista. Le cose le ha dette, ma cercando di sollecitare gli studenti che stavano facendo una esercitazione». Casalino, in altre parole, era ospite di un corso di giornalismo della Provincia di Milano tenuto dallo stesso Fedocci, e durante la lezione si sarebbe prestato per fare un esperimento didattico. Il blogger e debunker David Puente, a sua volta, ha scritto che Casalino «stava interpretando un personaggio intollerante durante un corso di giornalismo della Provincia di Milano (non al Centro Teatro Attivo)». Tuttavia c'è chi non crede nemmeno a questa versione dei fatti, come il quotidiano cattolico Avvenire, che ha pubblicato un articolo dal titolo: "Il video di Casalino sulle persone Down non è una bufala".

PD E FORZA ITALIA HANNO CHIESTO LE DIMISSIONI

Prima dei chiarimenti di Fedocci, il senatore del Pd Edoardo Patriarca aveva chiesto le dimissioni di Casalino: «Le cose sono due. O Casalino quando offendeva persone con la sindrome di Down, anziani e bambini non era in sé, e allora ha bisogno di un ottimo psicologo; oppure crede davvero a quello che dice e allora non può stare a Palazzo Chigi. Non è la prima volta che lo sentiamo pronunciare frasi offensive e discriminatorie; l'imbarazzo di Conte si palesi in un licenziamento per il portavoce di Palazzo Chigi». Mentre Giuseppe Mangialavori, senatore di Forza Italia, aveva dichiarato: «Il video di ArcadeTv7 diffuso in queste ore conferma la bassezza morale di un ex concorrente di reality inspiegabilmente riuscito ad affermarsi quale guru della comunicazione del Movimento 5 stelle. Non si sa ancora quando il portavoce abbia pronunciato quegli inqualificabili giudizi, ma la sostanza non cambia: oggi il presidente del Consiglio si fa rappresentare da un odiatore seriale, uno che prova schifo per i più deboli, per gli indifesi e per tutti quei soggetti i cui bisogni e le cui aspettative, invece, dovrebbero essere al centro dell'azione di ogni governo della nostra Repubblica. Come ho già fatto in occasione degli insulti, altrettanto gravi, che Casalino rivolse ai tecnici del Mef, torno a chiedere al premier Giuseppe Conte di rimuovere dall'incarico il suo portavoce. Altrimenti saremo costretti a credere che gli anziani e i ragazzi down facciano schifo anche a lui».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso