Def E Manovra
Def e manovra
Audizione Vicedirettore Generale Bankitalia Manovra
Politica
9 Novembre Nov 2018 1239 09 novembre 2018

L'avvertimento di Bankitalia sui pericoli della manovra

Il vicedirettore generale Signorini in parlamento: «Politiche espansive non garantiscono la crescita e possono metterla a rischio». Se lo spread rimanesse alto, il costo per lo Stato sarebbe di oltre 5 miliardi nel 2019 e circa 9 miliardi nel 2020.

  • ...

Il vicedirettore generale della Banca d'Italia, Luigi Federico Signorini, ha avvertito il parlamento sui pericoli della manovra finanziaria che il governo M5s-Lega si appresta a varare entro la fine del 2018. «Una politica di bilancio espansiva», ha detto infatti Signorini di fronte alla commissioni Bilancio di Camera e Senato, «pur utile in fasi cicliche avverse, non garantisce la crescita nel medio termine e può metterla in pericolo a lungo andare». Inoltre, gli obiettivi di crescita prefigurati dal governo per il 2019 rappresenterebbero una prospettiva «ambiziosa». Aggettivo dal tono diplomatico, ma che in questo contesto tradisce lo scetticismo di Palazzo Koch. E Signorini chiarisce: «L'impatto espansivo prefigurato dal governo appare elevato».

DALL'AUMENTO DELLO SPREAD COSTI MILIARDARI PER LO STATO

Altre note dolenti arrivano dall'aumento dello spread Btp-Bund: «Si ripercuote sull'intera economia e la crescita dei tassi d'interesse sul debito pubblico ha un effetto in qualche modo comparabile a una stretta monetaria, rischiando di vanificare tutto l'impulso espansivo atteso dalla politica di bilancio». Occorre dunque «abbattere lo spread», perché «i segnali che gli investitori percepiscono sono importanti». L'aumento del differenziale sui titoli di Stato, del resto, «è già costato al contribuente quasi 1,5 miliardi di interessi in più negli ultimi sei mesi, rispetto a quanto si sarebbe maturato con i tassi che i mercati si aspettavano ad aprile». Se i tassi dovessero restare coerenti con le attuali aspettative dei mercati, ha precisato Signorini, il costo sarebbe di «oltre 5 miliardi nel 2019 e circa 9 miliardi nel 2020».

Le quotazioni di Borsa e spread del 9 novembre 2018

Economia Giornata negativa per la Borsa di Milano: il 9 novembre l'indice Ftse Mib è partito con un -0,64% per poi calare ancora fino a -1,2%, peggior mercato del Vecchio continente. Particolarmente in difficoltà Tim (-6%), che dopo la diffusione dei conti ha faticato a entrare negli scambi.

CRITICATA ANCHE LA PACE FISCALE

Quanto alla pace fiscale, sempre secondo Bankitalia, le misure di condono «potrebbero determinare disincentivi all'adempimento regolare degli obblighi tributari e andrebbero quindi considerate con molta attenzione».

ATTENZIONE AGLI ABUSI SUL REDDITO DI CITTADINANZA

Un avvertimento arriva anche sul fronte del reddito di cittadinanza. Per Signorini, infatti, «sarà particolarmente importante»disegnarlo in modo tale «da non scoraggiare l'offerta di lavoro regolare, prevedendo incentivi efficaci e adeguati controlli per evitare gli abusi». Inoltre, soprattutto nelle aree in cui la domanda di lavoro è bassa, bisognerebbe fare in modo che i Centri per l'impiego possano «trasmettere proposte di lavoro provenienti anche da altre Regioni».

LA RIFORMA DELLA LEGGE FORNERO SIA SOSTENIBILE

Sulla riforma della legge Fornero, invece, da Bankitalia è arrivata una parziale apertura: «È possibile introdurre altri elementi di flessibilità rispetto alle regole vigenti, per esempio per quanto riguarda i requisiti minimi di pensionamento; è tuttavia a nostro avviso necessario che interventi di questo tipo tengano conto del fatto che la sostenibilità finanziaria e l'equità intergenerazionale del nostro sistema si fondano sul nesso tra contributi versati e prestazioni erogate. In altre parole, l'importo di una pensione eventualmente anticipata dovrebbe essere aggiustato per tenere conto del minore montante acquisito e del più lungo periodo atteso di erogazione della pensione. Non rispettando questo criterio, si rischierebbe di compromettere l'equilibrio di lungo periodo del sistema, aggravando l'onere a carico delle generazioni future».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso