sondaggio-emg-acqua-governo
Politica
6 Dicembre Dic 2018 1202 06 dicembre 2018

Il sondaggio Emg Acqua sui membri del governo

Il 66% degli intervistati pensa che Salvini sia il ministro più influente. Seguono Conte al 15% e Di Maio al 6%. Il 33% boccia l'esecutivo. 

  • ...

Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato il 6 dicembre ad Agorà su RaiTre è Matteo Salvini l'esponente di governo che conta di più. Infatti, alla domanda: «Chi conta di più nel governo?», il 66% ha risposto il leader della Lega (stabile rispetto alla settimana scorsa), il 15% il premier Giuseppe Conte (+1%), il 6% il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio (-1%). Il 44% degli elettori dà un giudizio positivo sulll'esecutivo M5s-Lega, in calo di un punto rispetto alla settimana scorsa, parere negativo per il 33%. Sempre secondo il sondaggio Emg Acqua, il 56% degli elettori pensa che l'Europa abbia ragione e dunque l'Italia deve rispettare le regole previste dell'Unione europea. Il 39% è contrario perché obbedire a Bruxelles metterebbe a rischio la nostra sovranità. In particolare, tra i contrari, il 68% sono elettori della Lega, il 50% elettori del Movimento cinque stelle.

LEGA ANCORA IN CRESCITA

Gli ultimi sondaggi sul gradimento dei partiti, realizzati da Swg per La7 il 3 dicembre scorso, avevano fatto registrare un'oscillazione positiva di quasi un punto per il M5s. I grillini erano infatti passati dal 26,5% del 26 novembre al 27,3% dell'inizio dicembre. È presto però per dire se ci si trova davanti a un'inversione di tendenza o a un momento passeggero. I M5s dopo il 4 marzo ha mostrato infatti un andamento negativo con rari recuperi. Solo il 26 novembre aveva messo a segno un +0,1 rispetto a metà del mese. Anche l'ultima rilevazione aveva confermato la crescita del Carroccio, oltre al 32% dei consensi con un leggero balzo di 0,5%. Il partito di governo è l'unico nell'area del centrodestra a mostrare il segno positivo, gli ex-compagni di coalizione continuano a perdere consensi. Forza Italia aveva perso lo 0,2% scendendo all'8,2%, così come Fratelli d'Italia che si era portato al 3,3% (-0,2) rispetto al 26 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso