reputazione-social-ministri-novembre-2018 toninelli dimaio
Politica
7 Dicembre Dic 2018 1152 07 dicembre 2018

La classifica della reputazione online dei ministri a novembre

Salvini ancora in vetta alla classifica. Seguito dal premier Conte e il ministro leghista Centinaio. Fanalini di coda i tre pentastellati Di Maio, Lezzi e Toninelli. Il report in esclusiva su L43.

  • A cura di Reputation Science
  • ...

Quale è la reputazione online dei ministri italiani? Ecco i dati, aggiornati a novembre, di Reputation Science che su Lettera43.it conduce un osservatorio permanente per monitorare l'andamento della percezione online nei confronti dei ministri del governo Conte. «Il divario tra i due leader di governo», spiega Andrea Barchiesi, co-founder di Reputation Science, «si fa sempre più ampio: Matteo Salvini ha raggiunto un valore reputazionale 15 volte superiore a quello di Luigi Di Maio, anche se il vicepremier leghista registra una crescita più contenuta rispetto al periodo precedente, conseguenza soprattutto dei contrasti con i colleghi pentastellati».

1. SALVINI SEMPRE IN VETTA, MA RALLENTA

Matteo Salvini con un punteggio reputazionale di 125 si conferma al primo posto. La sua reputazione online è in crescita, anche se in percentuale minore (+10%) rispetto al periodo precedente (+37%). Nell’ultimo mese il ministro degli Interni è stato molto “chiacchierato” online soprattutto sul gossip: dalle sue vicende sentimentali alla fake news di Vasco Rossi che non voleva cantasse Albachiara. Se nel 52,8% dei commenti gli utenti lo seguono su immigrazione e sicurezza, il 39,3% di negatività è dovuto soprattutto ai dissidi tra lui e Di Maio sui termovalorizzatori in Campania e alle polemiche dopo la sua visita nel quartiere romano di San Lorenzo in seguito allo stupro della 16enne di Latina Desirée Mariottini.

La classifica della web reputation dei ministri stilata da Reputation Science.

2. CONTE PIACE. QUANDO È ALL'ESTERO

Al secondo posto troviamo Giuseppe Conte con un punteggio di 75,5. Il premier registra una crescita del 25% rispetto alla rilevazione precedente, con il 42,9% di commenti positivi che prevalgono nettamente su quelli negativi (15,5%). Gli utenti lo apprezzano come sempre molto negli incontri con i capi di Stato esteri, nell’ultimo periodo in particolare per il "successo" ottenuto durante il summit di Palermo sulla Libia e l’incontro con il generale libico Khalifa Haftar. Qualche critica invece mossa soprattutto su Twitter per il decreto Genova e la gestione della situazione dopo il crollo del Ponte Morandi.

3. CENTINAIO PROMOSSO PER IL PODERE CON IL TERZO FIGLIO

Il ministro per le Politiche agricole Gian Marco Centinaio sale di una posizione ed è al terzo posto con un punteggio di 43,5. La proposta di premiare con un terreno coltivabile le famiglie che fanno un terzo figlio, a dispetto dell’ironia circolata soprattutto su Twitter, fa guadagnare al ministro il 41,6% di commenti positivi. Poco apprezzato invece il suo post su Facebook in cui affronta la questione dei lupi e l’impatto delle predazioni sul bestiame nel nostro Paese.

Il ministro leghista all'Agricoltura Gian Marco Centinaio.

4. BONGIORNO DIVIDE IL WEB

Al quarto posto troviamo Giulia Bongiorno, ministro della Pubblica amministrazione, con un punteggio di 42,8. L’avvocatessa divide il web: a fronte di un’ampia percezione neutrale del suo personaggio (64,4%), le opinioni polarizzate si dividono tra un 18,6% di commenti positivi e un 16,9% di commenti negativi. Apprezzata in particolar modo per quanto dichiarato ad Agorà su RaiTre in merito ad alcune norme ad hoc per le pensioni agli statali e nuovi concorsi per l’assunzione di ulteriore personale per la pubblica amministrazione. Qualche critica invece dopo il duro scontro con il collega Alfonso Bonafede sullo stop alla prescrizione dopo la sentenza di primo grado.

5. COSTA CRITICATO PER LA TAP

Il ministro dell’Ambiente è stabile al quinto posto con 41,5 punti. Il 38,4% è positivo nei suoi confronti e solo il 15,6% si dimostra critico. Molto commentato per aver ricevuto il riconoscimento Premio Nassiriya per la Pace, ma c’è anche chi lo critica per aver dato il via libera al Tap.

Il ministro per gli Affari europei Paolo Savona con il premier Giuseppe Conte.

6. SAVONA E LA SFIDA ALLA BCE

Al sesto posto si conferma Paolo Savona, ministro per gli Affari europei, con 35,7 punti. Il sentiment positivo è al 48,5% e prevale su quello negativo (33,3%). Se da una parte viene criticato per le dichiarazioni, rilasciate durante la sua intervista a Sky Tg24, in merito al provvedimento del governo sul condono fiscale, dall’altra viene apprezzato per le sue proposte per calmierare lo spread e le sue parole “sfidanti” nei confronti di Mario Draghi e della Bce.

7. TRENTA COL MEA CULPA CONQUISTA

Promossa anche il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, che con un punteggio di 33,9 si piazza al settimo posto salendo di una posizione. Nei suoi confronti il 50% del sentiment del web è positivo, il 35,3% negativo e il 14,7% neutro. La maggior parte del web apprezza lo sforzo della ministra nell’ammettere gli errori dello Stato nei confronti della famiglia di Davide Cervia che scomparve misteriosamente a Velletri 28 anni fa. Qualche critica invece sulla scelta del nuovo Capo di Stato Maggiore della Difesa, Enzo Vecciarelli, che non sembra esser troppo amato dagli utenti.

8. FONTANA BANNA I CRITICI

Il ministro per la Famiglia e le Disabilità, Lorenzo Fontana, perde una posizione e scende all’ottavo posto con un punteggio di 32,7: i commenti negativi (38%) superano quelli positivi (20%), mentre il 42% è neutro. Molti utenti si lamentano di non riuscire ad avere un confronto diretto online con il ministro sui social perché sarebbero stati “bloccati”. Commenti positivi invece per le numerose iniziative sul “pacchetto famiglia”: bonus bebè, più flessibilità per congedi parentali e voucher baby sitting.

9. TRIA RESISTE NONOSTANTE GLI SCREZI CON L'UE

Si conferma in nona posizione Giovanni Tria con un punteggio di 32,4. Il 32,8% di commenti è positivo, il 24,1% negativo e il 43,1% neutro. Il ministro dell’Economia è piuttosto apprezzato, nonostante il momento critico con l’Ue sulla manovra italiana.

10. GRILLO PAGA IL CAOS VACCINI

Ferma a metà classifica Giulia Grillo, ministra della Salute, con 27,2 punti. Nell’ultimo periodo il 44,1% di commenti è negativo e solo il 16,2% positivo. La ministra viene accusata dagli utenti per la tardiva applicazione dei protocolli previsti dalla legge e per aver creato confusione intorno al tema “vaccini”. Molte critiche in particolare per i recenti casi di morbillo nell’ospedale di Bari.

Il Guardasigilli Alfonso Bonafede del Movimento cinque stelle.

11. BONISOLI RISALE CON GLI SCONTI NEI MUSEI

Sale di una posizione Alberto Bonisoli arrivando all’11esima con 26,3 punti. Il 37,5% dei commenti è positivo, mentre solo il 14% è critico. Il ministro dei Beni e delle Attività culturali è apprezzato per le promesse di nuove assunzioni, le settimane gratuite nei musei e le riduzioni economiche sul biglietto di ingresso per i ragazzi compresi tra i 18 e i 25 anni. Qualche critica invece sul recente decreto che stabilisce regole ferree su come i film italiani possono sbarcare nelle piattaforme online solo dopo essere passati dalle sale cinematografiche.

12. BONAFEDE: BENE SOLO SULLA PRESCRIZIONE

Sale di una posizione e raggiunge il 12esimo posto, il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede che ottiene il punteggio di 25,9. Con il 34,1% di positività, il 29,5% di negatività e il 36,4% di commenti neutri. Apprezzato per la riforma sulla prescrizione da lui fortemente voluta, mentre divide il suo protocollo d’intesa “Mi riscatto per Palermo”, finalizzato a valorizzare l’inclusione sociale dei detenuti ammessi al lavoro all’esterno in lavori di pubblica utilità.

13. STEFANI: TANTI LIKE MA POCHI COMMENTI

In 13esima posizione Erika Stefani, ministra per gli Affari regionali e le Autonomie con 22,9 punti. Il 43,5% di commenti online è positivo e solo il 4,3% negativo. Apprezzata dagli utenti soprattutto all’interno dei social per gli interventi volti ad aiutare le zone del Veneto, in particolar modo la città di Belluno, colpite da forti ondate di maltempo e alluvioni.

Il ministro per i Rapporti col parlamento Riccardo Fraccaro del M5s.

14. MOAVERO MILANESI CONVINCE

Quattordicesima posizione per Enzo Moavero Milanesi con un punteggio di 21,9. Il ministro degli Esteri viene particolarmente apprezzato dagli utenti del web e registra il 70,3% di positività. Il web si mostra particolarmente positivo per la Conferenza Italia Africa tenutasi al MAXII (Museo di Arte contemporanea di Roma) per sostenere la crescita dell’Africa, impedendo allo stesso tempo l’affermarsi di disuguaglianze di genere.

15. FRACCARO E LA DIFESA DI CASALINO

Quindicesimo posto in classifica per il ministro per i Rapporti con il parlamento e la Democrazia diretta Riccardo Fraccaro che totalizza un punteggio di 19,3. La maggior parte dei contenuti online che lo riguardano (55,2%) ha un impatto neutro; il 15,8% negativo e il 29% positivo. Molto chiacchierato online (tra chi lo difende e chi lo critica), per le affermazioni nei confronti di Rocco Casalino durante il Question Time alla Camera.

16. BUSSETTI CRITICATO PER BATTISTON

Al sedicesimo posto in classifica troviamo Marco Bussetti, ministro dell’istruzione, con un punteggio di 17,5. Il 65,2% dei commenti online è negativo, è infatti particolarmente criticato per la revoca dell’incarico da presidente dell'Asi (Agenzia spaziale italiana) di Roberto Battiston.

Apprezzato invece per il piano straordinario per l’assunzione di circa 1.000 ricercatori universitari.

17. DI MAIO FANALINO DI CODA

Terzultimo posto per il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio che con un punteggio di 8,3 in calo del 37% resta in fondo alla classifica (sale di una posizione ma solo perché Barbara Lezzi ha fatto peggio di lui). Ben il 77,2% dei commenti è negativo e solo il 17,7% positivo. Numerose sono le critiche e l’ironia online sul leader dei 5 stelle: dal giallo sul tesserino di pubblicista al post in cui azzarda un paragone tra il M5s e la testuggine romana copiato e incollato da Wikipedia, fino ad arrivare alla recentissima vicenda sul lavoro nero che ha coinvolto suo padre.

La ministra per il Sud del Movimento cinque stelle Barbara Lezzi.

Qualche commento positivo invece sui tagli degli stipendi dei parlamentari del Movimento 5 stelle che andranno ai cittadini colpiti dal maltempo e su alcune delle novità che il governo vorrebbe varare come il reddito di cittadinanza e il superamento della Fornero (che però a oggi non sono state ancora inserite nella Manovra).

18. LEZZI CRITICATA A «370 GRADI»

Precipita al penultimo posto Barbara Lezzi che ottiene un punteggio di 4,4. L’ 88,8% dei commenti è negativo. Si scatena l’ironia degli utenti che la scherniscono per la gaffe del «Bisogna informare i cittadini a 370 gradi». Molte sono inoltre le critiche online per le sue promesse (non mantenute) sulla gestione della vicenda del gasdotto.

19. TONINELLI IL MINISTRO MEME

Fermo ormai da mesi all’ultimo posto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, che registra un punteggio di 2,9. Il web ironizza continuamente sulle gaffe del grillino, molto frequenti i video/parodia. A novembre in particolare l’esultanza con il pugno subito dopo l’approvazione del decreto Genova nell'Aula del Senato è stata riproposta online in tutte le salse immaginabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso