Ecotassa Auto 2019 Lega M5s

Lo scontro tra Lega e M5s sull'ecotassa per le auto inquinanti

Emendamento del Carroccio per eliminarla. Assieme agli incentivi per i veicoli green. I grillini non ci stanno: «L'imposta deve restare, facciano pace con sé stessi».

  • ...

L'ecotassa della discordia è diventata a tutti gli effetti un nuovo argomento di scontro fra Lega e Movimento 5 stelle. Il Carroccio infatti vuole lo stop non solo all'imposta sulle auto più inquinanti che aveva già creato una levata di scudi, ma anche agli incentivi per i veicoli ecologici. Con un emendamento alla manovra, che rientra nel pacchetto dei "segnalati" e che è firmato dal capogruppo in Senato Massimiliano Romeo, i leghisti puntano a cancellare l'intero pacchetto di norme approvato alla Camera.

GARAVAGLIA: «IL GOVERNO È CONTRARIO»

Del resto il sottosegretario all'Economia Massimo Garavaglia a margine dei lavori della commissione Bilancio del Senato è stato chiaro: «Come governo diciamo no a qualsiasi nuova tassa, sulle auto come su altro. Se gli amici del M5s trovano altre coperture per gli incentivi siamo ben contenti».

DELL'ORCO (M5S): «IL BONUS DEVE RESTARE»

I grillini non hanno tardato a rispondere. Tramite le parole del sottosegretario ai Trasporti Michele Dell'Orco (M5s): «Il bonus per le auto elettriche è una misura imprescindibile, deve rimanere e le risorse di copertura da qualche parte ci devono essere. Il malus non è una nuova tassa e comunque la nostra intenzione è non toccare le utilitarie. Stiamo cercando di rivedere il malus: arriverà una riformulazione del governo».

IL GRILLINO CRIPPA: «LA LEGA FACCIA PACE CON SE STESSA»

Un altro pentastellato, il sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico Davide Crippa, a Radio Capital è stato ancora più duro: «La Lega deve fare pace con se stessa in questo momento, l'emendamento era stato approvato alla Camera, se ci sono da fare correttivi e su questo c'è un dibattito aperto, ben venga». Quindi ha aggiunto: «L'idea di sopprimere il percorso mi sembra in contrasto anche con il contratto di governo. Ci sarà un passaggio di maggioranza e un confronto sicuramente». Crippa ha spiegato come il Movimento 5 stelle non abbia intenzione di cedere sulla misura: «Direi proprio di no. Si sta ragionando di alzare le soglie di emissioni escludendo le utilitarie che rappresentano gran parte delle vendite e andando verso i veicoli più inquinanti. Si ridurrebbero anche i soggetti che hanno diritto al bonus».

DOMENICA SERA VERTICE TRA CONTE, SALVINI E DI MAIO

E a proposito di chiarimenti, nella serata di domenica 16 dicembre è previsto un vertice a Palazzo Chigi tra Conte, Di Maio, Salvini, Fraccaro, Tria, Garavaglia, Castelli, anche per affrontare alcuni temi dirimenti. Fonti del governo hanno provato a smorzare i toni dicendo che sull'ecotassa non c'è braccio di ferro. Ma le dichiarazioni delle due fazioni della maggioranza gialloverde dicono altro.

15 Dicembre Dic 2018 2030 15 dicembre 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati
Potresti esserti perso